Il coro unanime degli analisti su bond e azioni

Nel post Lasciate perdere le previsioni di fine anno avevamo visto come nella storia recente dei mercati finanziari, economia reale e prezzi degli asset seguono strade diverse ed apparentemente illogiche.
Questo è uno dei motivi per cui alla fine di ogni anno guardiamo con un po’ di scetticismo agli outlook degli strategist più blasonati che cercano di fornire al cliente una loro previsione sull’andamento dei mercati nell’anno che sta per cominciare.
Non per screditare la categoria (esistono fior fiore di analisti che offrono spunti interessanti di riflessione quotidianamente), ma questo esercizio è tanto inutile quanto molto spesso errato (vedi previsione sui tassi di interesse di fine 2013).
Lo so che tanto siete curiosi ed eccovi accontentati con le previsioni 2015 delle principali banche d’affari ( qui un riepilogo ben fatto).

Cominciamo dall’azionario (vedi qui). Tutti gli analisti sono bullish sull’equity e non potrebbero essere altrimenti visto che Continua a leggere