Cosa potrebbe succedere ad Azioni e Bond se la Fed alzerà i Tassi nel 2015?

Supponiamo che il 2015 rappresenti l’anno in cui la Federal Reserve alzerà i tassi di interesse dopo anni di politica del tasso zero. Veramente l’azionario subirà dei violenti scossoni a causa di questo evento? I bond rappresenteranno una zavorra all’interno di tutti i portafogli di investimento portandosi dietro rendimenti negativi? Come sempre usiamo il buon senso e tanti numeri per dimostrare come questo genere di preoccupazione andrebbe ridimensionato pur essendo il sottoscritto perfettamente consapevole che la storia non sempre si ripete (ma ci va spesso vicino!).
Il sempre ottimo blog awealthofcommonsense.com ha pubblicato un’analisi approfondita su quello che è stato il comportamento di S&P500 e Bonds nei 14 periodi di rialzo dei tassi americani dal dopoguerra a oggi.

Clipboard01

Solo in due periodi sui quattordici totali di ciclo di rialzo nei tassi l’azionario è sceso con un total return medio del 20%. Più magro il bottino dei bond; mediamente abbiamo avuto un ritorno medio del 2,1%,ma in questo caso dobbiamo annoverare il 50% (7 casi) di segni meno durante il periodo considerato. In pratica i detentori di bond hanno perso soldi nella metà dei cicli di rialzo dei tassi della Fed e questo appare logico alla luce del fatto che i prezzi dei bond si adeguano al nuovo costo del denaro imposto dalla banca centrale.
Il caso del 1958-1959 potrebbe essere quello più assimilabile allo scenario attuale Continua a leggere