Chi è il vero killer dei bond

inflation

Aggiornamento articolo agosto 2021 

Come abbiamo già spiegato in altri post il vero killer del mercato obbligazionario non sono i bassi tassi di interesse quanto piuttosto l’inflazione.

Con un cuscinetto cedolare così basso come quello attuale è verissimo che un rialzo dei rendimenti, soprattutto nella parte lunga della curva, inciderà sui corsi dei bond a cedola nominale.

Ma se questo rialzo è lento e graduale i ritorni tutto sommato potrebbero rimanere sotto certe condizioni positivi in termini assoluti se l’orizzonte sarà quello di medio lungo periodo.

Quello che invece può rendere pesantemente negativo il ritorno su un investimento obbligazionario nei prossimi anni è l’inflazione, solo negli ultimi mesi tornata di moda (e qui già dal 2014 stavamo alzando le braccia per attirare l’attenzione).

Negli Stati Uniti la media di inflazione attesa per i prossimi 10 anni è del 2,3%, mentre in Italia e Germania siamo allo 1,4%.

Come si può allora combattere questo avversario degli investimenti a reddito fisso? Molti risparmiatori stanno abbracciando la logica dei bond indicizzati all’inflazione senza tenere in dovuta considerazione i limiti Continua a leggere