Sei anni di rialzo…è tutto normale

Si fa un gran parlare di bolla sul mercato dei bond e di azionario troppo caro, questo almeno negli Stati Uniti. Ma a che punto stanno veramente le valutazioni degli asset se inquadrate storicamente in una fase di ripresa dal severo bear market del 2007-2009?

sei
Una bella risposta ce la fornisce il sito Servowealth
Nella tabella successiva sono stati riportate le performances delle principali asset class azionarie ed obbligazionarie nei sei anni successivi (cinque per il 2003-2007) alla fine di un bear market che ha avuto un’intensità simile all’ultimo che abbiamo vissuto con la crisi dei subprime.
Tutti i rendimenti sono espressi in termine annualizzati e la classe bilanciata è rappresentata da un 65% azioni / 35% bond.

servoVi sembra un mercato in bolla o che sta esprimendo numeri così diversi da quello che è successo in altre occasioni simili di rinascita dopo una crisi?
Direi proprio di no e soprattutto tutte le asset class esprimono performances annue in linea con quelle espresse da analoghi periodi di prolungato bull market, almeno considerando il range di anni 1926-2014.

Solo il mercato obbligazionario esprime tassi di incremento un po’ più bassi, ma questo è normale visto che abbiamo i rendimenti ai minimi storici.
Per quello che riguarda lo S&P500, a parte il caso del 2003-2007 che però ha avuto un anno in meno di vita, possiamo dire che siamo assolutamente allineati.

Altro spunto di riflessione ce lo offre il blog di Alliance Bernstein che ha confrontato i principali multipli di mercato attuali con quelli di ottobre 2007.

usstock

Lascio ad ognuno di voi la libertà di interpretare a piacimento le valutazioni dei mercati azionari che ci stanno offrendo i multipli di America, Europa ed emergenti.

In assenza di astrologi o cartomanti la storia non può che essere la nostra principale bussola di analisi e dopo sei anni di rialzo dalla fine della crisi non possiamo dire che il mercato si sta comportando diversamente dai casi analoghi precedenti.

Non sappiamo certamente se da domani o fra 1 anno comincerà una pesante correzione dei mercati oppure se il bull market proseguirà con forza; certamente non si può dire o scrivere (come tanti blog disfattisti fanno) che i rialzi degli ultimi sei anni sono eccessivi, sia lato bond che equity. Tutto rientra nella normalità di una fase di ripresa da un severo ribasso di mercato.

Proprio perché nessuno legge nella sfera di cristallo, diversificazione, metodo, piani di accumulo, ribilanciamenti periodici, buon senso e tanta disciplina sono gli unici ingredienti che possono farci arrivare alla nostra meta finale.

Fonti: Alliance Bernstein – Worried About Us Stocks?

            Servowealth – Another Average Stock Market Recovery

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.