Punto di Pareggio

Nei giorni scorsi State Street ha deciso di tagliare le commissioni di gestione su 41 dei 145 ETF collocati sul mercato americano con il marchio SPDR presente anche in Italia.
La nuova dimensione nella quale siamo entrati, soprattutto nel mondo obbligazionario dove i rendimenti di mercato non coprono più i costi di molti prodotti a gestione attiva (ma anche passiva), ha costretto la società americana a ridurre le commissioni su un quarto della gamma.

COST
In base ai dati di Bloomberg, il rendimento medio a scadenza di un indice governativo globale è del 0,90% lordo con una duration di circa 7,5. Lo stesso indice globale ma costituito da emissioni societarie invesment grade ha attualmente un rendimento a scadenza del 2,2% lordo con duration di 6,6.
Interessante notare come State Street non ha solo tagliato i costi degli ETF obbligazionari in percentuali comprese tra il 20% e il 50%, ma anche le commissioni di diversi prodotti azionari che in alcuni casi hanno raggiunto, dopo la riduzione, un “Expense Ratio” di 0,15%. (vedi lista completa)
Il taglio più importante è stata attuato su uno degli ETF Continua a leggere