I Tassi Scendono, No Salgono, No rimangono Fermi

La preoccupazione della maggior parte degli investitori di questi tempi sembra concentrarsi più sul timore di una risalita dei tassi di interesse ( e quindi sulle perdite potenziali che arriveranno dai bond) piuttosto che della futura volatilità del mercato azionario.

incertezzaSe da un lato è comprensibile lo smarrimento di tutti di fronte ad uno scenario mai visto nella storia di compressione dei rendimenti a livelli così bassi, dall’altra non bisogna dimenticare che il mercato offre agli investitori ciò che si aspetta di veder tornare indietro nei prossimi anni (vedi qui). Certamente il mercato può sbagliare, ma nella maggior parte dei casi della storia non è stato così; i tassi decennali americani ed europei attuali rappresentano le aspettative di quelle che saranno la performances annue di un investimento obbligazionario da qui al 2025.

Sul perché i bond devo essere presenti in ogni portafoglio ci siamo già espressi qui, ma ho rispolverato un’ analisi di Vanguard del 2013 che conferma quanto importante risulti essere, per l’efficienza di ogni portafoglio la presenza delle Continua a leggere