I Tassi Scendono, No Salgono, No rimangono Fermi

La preoccupazione della maggior parte degli investitori di questi tempi sembra concentrarsi più sul timore di una risalita dei tassi di interesse ( e quindi sulle perdite potenziali che arriveranno dai bond) piuttosto che della futura volatilità del mercato azionario.

incertezzaSe da un lato è comprensibile lo smarrimento di tutti di fronte ad uno scenario mai visto nella storia di compressione dei rendimenti a livelli così bassi, dall’altra non bisogna dimenticare che il mercato offre agli investitori ciò che si aspetta di veder tornare indietro nei prossimi anni (vedi qui). Certamente il mercato può sbagliare, ma nella maggior parte dei casi della storia non è stato così; i tassi decennali americani ed europei attuali rappresentano le aspettative di quelle che saranno la performances annue di un investimento obbligazionario da qui al 2025.

Sul perché i bond devo essere presenti in ogni portafoglio ci siamo già espressi qui, ma ho rispolverato un’ analisi di Vanguard del 2013 che conferma quanto importante risulti essere, per l’efficienza di ogni portafoglio la presenza delle obbligazioni, corporate o governative che siano. Il cigno nero, una recessione o una semplice correzione di mercato possono colpire duramente gli investimenti azionari ed ecco che la tabella seguente ci mostra il ruolo dei bond.

simula bond vanguard1
L’istogramma esprime la media mensile di performances delle principali asset class riferite al 10% delle peggiori fasi di mercato azionario dal 1988 al 2012; evidente come le barre azzurre, tutte bond, hanno svolto egregiamente il loro lavoro di protezione.
Ancora più interessante è stata però la simulazione fatta da Vanguard su quello che potrebbe succedere a portafogli con vari gradi di composizione equity/bond qualora si verificassero certi scenari di mercato.

simula bond vanguards
Assumendo tassi di rendimento medio annuo di un investimento in un indice Barclays Us Aggregate Bond Index del 1,9% annuo (non molto distante da quello attuale), si può agevolmente vedere cosa succederebbe ad un portafoglio mixato equity bond qualora l’azionario dovesse subire correzioni dal 5% al 40%. Interessante notare come, in assenza del cuscinetto cedolare, i numeri verdi si riducono a quattro caselle della combinazione. Con una correzione dell’azionario del 5% già un portafoglio 30% azioni 70% bond va sott’acqua sfiorando il -5% per effetto di un calo dell’equity del 20%. Altrettanto clamoroso pensare come una correzione del 20% di fatto porterebbe in negativo la performance di un portafoglio 90% bond 10% azioni. L’ipotesi migliore è quella di un +1,2% generato da un 10% azioni /90% bond con correzione dell’azionario del 5%.

Questo scenario assume però un’ipotesi di tassi costanti in fase di correzione azionaria, scenario poco realistico dal punto di vista storico. Ecco che Vanguard ci permette di capire cosa succederebbe ai portafogli qualora nella fase di bear market azionario il flight to quality premiasse i bond con una riduzione dei rendimenti nell’ordine del 30%. Sempre partendo da rendimenti a scadenza del 1,9% questo si tradurrebbe in un apprezzamento annuo del Barclays Us Aggregate del 4,9% considerando la duration dell’indice.

simula bond vanguard3
Ecco come le luci verdi si accendono e si propagano. Una correzione del 40% dell’azionario in questo caso lascia indenne un portafoglio 90% bond 10% equity, ma come si vede un portafoglio 20/80 esce praticamente indenne da una correzione della borsa del 20% che di fatto dimezza le perdite per un portafoglio 30/70 (-2,6%). L’ipotesi migliore è quella di un +3,9% generato da un 10/90 con correzione dell’azionario del 5%.
Ecco che la funzione protettiva dei bond viene fuori seppur limitata per il basso cuscinetto cedolare.

Terzo scenario, quello peggiore e più temuto dai risparmiatori. Azionario in calo e tassi che praticamente raddoppiano salendo di 200 punti base. Il ritorno annuo di un investimento in bond sarebbe del -8,7% e la tabella ci mostra il disastro totale che uscirebbe da questa condizione di mercato.

simula bond vanguard4
L’ipotesi migliore vedrebbe un calo del 5,4% con il 90% di azioni e il 10% di bond e con un calo dell’equity del 5%. La correzione del 20% sull’azionario combinata al rialzo dei tassi di 200 punti base porterebbe la performance 30/70 a -12%.

E’ chiaro che ognuno di questi tre scenari si può verificare, ma non sappiamo né quando né come. Quello che però sappiamo è che la funzione protettiva dei bond (salvo il terzo caso numericamente contenuto in termini di ricorrenze storiche) esiste, fornendo un senso a questo tipo di investimento. Il vero problema di questi tempi è legato allo spessore del cuscinetto cedolare non in grado di offrire ciò che nel passato ha invece permesso di mantenere elevate le performance delle varie combinazioni di portafoglio. Proprio questo mix di ricette c in modo poco intelligente vengono utilizzate da vari consulenti come linee guida per un futuro che inevitabilmente non potrà essere come il passato appena vissuto.

Le aspettative future devono necessariamente essere riviste al ribasso, il raggiungimento dei vostri obiettivi richiede degli aggiustamenti legati ai minori ritorni reddituali che si conseguiranno nei prossimi anni, magari aumentando la quota di risparmio.

Quello che però è importante e che qui vogliamo rimarcare è il senso di non abbandonare la corretta filosofia della diversificazione di portafoglio.

Fonti: Vanguard – Reducing bonds? Proceed with caution

Leggi anche: Cosa ci stanno dicendo i tassi di interesse

                        L’antidoto contro i bassi rendimenti

Annunci

2 thoughts on “I Tassi Scendono, No Salgono, No rimangono Fermi

  1. erreffe 15 marzo 2015 / 11:58

    Pure la domenica..grandissimo!!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...