Il Problema Europeo non è la Grecia, ma la Demografia

Il sottoscritto molto spesso trova grandi difficoltà nel leggere rapporti provenienti delle varie istituzioni finanziarie (Banche Centrali, Fondo Monetario, ecc…) che in tomi chilometrici esprimono concetti aleatori e soprattutto basati su ipotesi previsionali che la storia recente ha poi dimostrato difettare in precisione. I tagli alle prospettive di crescita delle aree economiche o le revisioni dei tassi di inflazione sono un qualcosa che ci ha accompagnato spesso dall’avvio della crisi e sinceramente, se le previsioni hanno dei margini di errore così grandi, per me leggerle è tempo perso.
Diverse sono invece le previsioni di lungo periodo che hanno ad oggetto la demografia. I trend in questo caso possono essere facilmente stimabili e soprattutto possono spingersi molto in là nel tempo poiché per cambiare tendenze demografiche servono decadi, non anni. Capisco che esistono letture più piacevoli, soprattutto in questo periodo dell’anno, ma se e quando ne avrete voglie date un’occhiata a questo recente rapporto della Commissione Europea, ve lo consiglio vivamente anche per il bene dei vostri figli. Continua a leggere