Tre Volte NO

Nel dicembre 1997 Alan Greenspan pronunciò le due famose parole “Esuberanza Irrazionale” con riferimento all’andamento dei mercati azionari di quell’epoca. Il Presidente della Fed in teoria voleva mettere in guardia i risparmiatori del pericolo incombente che da lì a tre anni sarebbe deflagrato con tutta la sua forza per lo scoppio della bolla internet.
Nella testa di ogni investitore (lo capisco ancora oggi quando ne parlo) è rimasta l’idea che seguire quel consiglio avrebbe evitato tanti guai e tante perdite di soldi. Ma ne siete veramente sicuri che ascoltare i consigli di Greespan avrebbe fatto bene ai vostri risparmi?
Se avessimo ragionato da trader la risposta sarebbe NO.

greenspan1Fonte: PortfolioVisualizer

Nel periodo 1997-2000 la borsa americana continuò a galoppare al ritmo di quasi l’11% annuo, quelle internazionali del 8,2% mentre la liquidità americana rese la metà dello S&P500.

Se avessimo ragionato in un ottica di investimento a 5-6 anni, un classico accantonamento di denaro per esigenze non immediate, ma neanche lontane, la risposta sarebbe ancora NO. Seppur modesto il rendimento dell’azionario americano a distanza di 6 anni fu di quasi il 4%, qualche decimale in più del cash e certamente non da disprezzare.

Se in quel momento avessimo ragionato come un investitore di lungo periodo la risposta per la terza volta sarebbe NO. Ascoltare il consiglio del vecchio Alan vi avrebbe fatto perdere alla fine del 2014 un ritorno annuo del 6,8% sulle borse americane e del 5,1% su quelle internazionali. Siamo a 3 volte il rendimento del cash.

Il grafico sotto esprime ancora meglio il concetto in termini monetari (in blu l’azionario americano, in azzurro quello internazionale). 100 mila dollari in azioni sono diventati 306 mila, 100 mila in liquidità 144 mila. Grazie per il consiglio Greenspan!

greenspan
Quando vi dico di non ascoltare nessuno ed andare avanti con il vostro piano di investimento con serenità e chiarezza di obiettivi è anche per questo. Le azioni salgono e scendono e lo faranno sempre. Nessuno però sa quando arriveranno le correzioni più violente del mercato o i rialzi più spumeggianti e l’unica soluzione è rimanere investiti.

Annunci

3 risposte a "Tre Volte NO"

  1. Attilio 18 giugno 2015 / 16:41

    Buonasera ,
    per quanto riguarda il dato sulle azioni internazionali , avete utilizzato come riferimento l’ETF “mondo” che avete in portfolio ?
    Grazie e complimenti per il sito !
    Attilio

    Mi piace

    • archeowealth 18 giugno 2015 / 21:40

      Ciao Attilio e grazie per i complimenti. Quelle azioni internazionali indicate nell’articolo sono tutte le azioni mondiali al netto di quelle americane. In pratica il cosiddetto indice EAFE di cui abbiamo parlato qui https://investireconbuonsenso.com/2015/02/09/investire-al-netto-della-borsa-americana/.
      Il peso maggiore è rivestito dal Giappone, poi UK poi Europa, ecc…
      Non esiste un ETF che replica quest’indice quotato in Italia (c’è ovviamente in America) ma diciamo che un classico ETF Msci World altro non è che un mix di azioni America + azioni internazionali e quindi può essere cmq un buon compromesso.

      Mi piace

      • Attilio Manziano 21 giugno 2015 / 16:50

        Grazie per la risposta! Appresto. Attilio

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.