Il Mercato Scende, Che Facciamo?

Nel post di ieri accennavo al fatto che le correzioni di mercato sono benvenute perché alzano le aspettative di rendimento di chi investe con un orizzonte temporale di lungo periodo. Il sempre ottimo Morgan Housel è riuscito a sintetizzare in un articolo il concetto, ma soprattutto ha cercato di rispondere alla classica domanda che un investitore si pone quando i mercati cominciano a diventare molto nervosi portando il segno meno sul ritorno dell’investimento fatto in precedenza.
Partendo dal presupposto che nessuno sa cosa potrà succedere da adesso in avanti, l’unica amica che abbiamo a disposizione è la statistica. Con tutti i limiti che questa può presentare, la statistica dei dati storici è il mezzo che ci mostra qual è la probabilità di vittoria che abbiamo seguendo certe regole di investimento.
Il primo grafico mostra suddivise per bande colorate le correzioni dello S&P500 rispettivamente del 5%, del 10% e del 20% di calo dai massimi.

correzioni spx
Il mercato è stato sui massimi storici il 7% del suo tempo complessivo. Tra 0% e 5% sotto i massimi storici nel 36% del tempo, tra il 5% e il 10% sotto i massimi nel 15% del tempo, tra il 10% e il 20% sotto nel 22% dei casi e in correzione superiore al 20% nel 21% del tempo.

Sintetizzando una borsa americana in calo di oltre il 10% dai massimi (o anche di più) come quella vista di recente è di fatto in un territorio nel quale ha passato quasi la metà del tempo totale della sua storia. In fondo non siamo di fronte ad una così grande anomalia vero?

Storicamente almeno un terzo delle correzioni del 5% sono destinate a diventare -10% e circa la metà del -10% è destinato a diventare almeno -20%. Nella situazione attuale quindi dobbiamo essere consapevoli che esiste una possibilità su due che questa correzione diventi doppia rispetto a quella vista finora.

Quindi che facciamo stiamo fuori o tiriamo la monetina? Se siete investitori di lungo periodo non preoccupatevi di cosa potrà succedere. Osserviamo il secondo grafico.

recovery after drawdown
Dopo una correzione ad esempio del 10% esiste una probabilità dell’86% che le azioni abbiano quotazioni più elevate dopo 5 anni con un ritorno medio misurato complessivamente nel 51%. Se il mercato scende del 20% la probabilità di un ritorno positivo a 5 anni sfiora il 90%. Non abbiamo certezze ma questi sono elementi di cui un investitore deve tenere conto se vuole aumentare il rendimento dei suoi risparmi. Nessuno vi obbliga ad investire soldi ma siate consapevoli di quello che potrebbe anche succedere se non lo fate perdendo regolarmente ogni anno potere d’acquisto.

Come giustamente rileva Morgan Housel, quando sentite un commentatore o un analista invocare alla prudenza perché il mercato scende, depennatelo dalla vostra lista dei preferiti. Questo è esattamente il difetto principale che zavorra le performance dei portafogli medi, non comprare nelle fasi di caduta delle quotazioni perché bisogna adottare una misteriosa cautela che ovviamente verrà rimossa quando una buona fetta del rialzo successiva sarà già stata messa in cantiere. E ricordate anche un altro concetto base; non avete perso nulla fino a quando non avete venduto e se non ne avete bisogno perché regalare a qualcuno i vostri soldi?

Leggi anche: Breve storia delle perdite di Wall Street

                        Cash is not King

Annunci

2 thoughts on “Il Mercato Scende, Che Facciamo?

  1. Pasquale G. 3 settembre 2015 / 11:30

    Ciao,
    seguo ormai da qualche mese questo blog scoperto per puro caso.
    Davvero sempre ottimi gli articoli e non posso che augurarti di continuare sulla strada che hai intrapreso.
    Di fronte a tanti “venditori di fumo” e mancata informazione finanziaria dell’italiano medio avere consapevolezza di cosa significa investire con buon senso ce n’è davvero bisogno…

    Pasquale

    Mi piace

    • archeowealth 3 settembre 2015 / 22:15

      Grazie Pasquale, un bell’incoraggiamento a proseguire!! Non farti problemi a suggerire miglioramenti o argomenti di cui parlare e continua a seguirci mi raccomando.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...