Tenere la Barra “Bilanciata”

Il meccanismo di ribilanciamento rappresenta una di quelle attività spesso considerate noiose e di poca visibilità ma che offrono valore aggiunto all’investimento nel lungo periodo. Ne abbiamo già parlato qui e sappiamo anche che nelle fasi spiccatamente rialziste dell’azionario pagano lo scotto di un mercato che salendo premia chi ha più azioni. Ma un buon portafoglio deve essere pronto ad ogni scenario di mercato (ed in queste settimane ce ne stiamo accorgendo) ed ecco che il ribilanciamento fa parte di un processo di risk management che saggiamente bisogna portare avanti con una frequenza almeno annua.
Nella tabella riportata sotto abbiamo cercato di vedere cosa è successo ad un portafoglio 50% azioni americane e 50% bond americani partendo con 100 mila euro (e supponendo di avere coperto il rischio di cambio) ribilanciando una volta all’anno il portafoglio oppure in alternativa non facendo nulla.

ribilanciaFonte: PortfolioVisualizer

Tra il 1999 e il 2014 questa attività ha fornito un contributo positivo di circa 60 punti base che tradotto in moneta sonante sono oltre 18 mila euro solo per aver compiuto un gesto di mantenimento delle quote originarie di investimento. In questo caso il ribilanciamento è andato a discapito della volatilità, più alta rispetto al portafoglio non ribilanciato. Questo fenomeno è legato alla forte caduta dei mercati che, tra il 2000 e il 2003, ha decurtato pesantemente la componente azionaria e di conseguenza la volatilità di un portafoglio non ribilanciato.

Nel secondo periodo analizzato (2005-2009) la volatilità è la stessa ma l’investimento ribilanciato ha comunque offerto un premio di oltre 70 punti base rispetto a chi non ha fatto nulla (in termini monetari 4 mila euro in più), mentre nell’ultimo periodo 2010-2014, come detto all’inizio, il ribilanciamento porta ad una penalizzazione di poco meno di 40 punti base anche se con una volatilità leggermente inferiore. Bilancio finale, il ribilanciamento conviene.

Come possiamo vedere non esiste una soluzione migliore delle altre in ogni momento di mercato, ma certamente esistono soluzioni di buon senso che a costo zero vi permettono di adottare una saggia strategia di controllo del rischio sul portafoglio oltre ovviamente al mantenimento di una barra dritta verso il raggiungimento degli obiettivi di investimento.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.