BRIC The End

Quando 14 anni fa l’economista di Goldman Sachs Jim O’Neill coniò il nome BRIC per contraddistinguere le quattro economie emergenti (Brasile, Russia, India e Cina)che avrebbero dovuto essere protagoniste di una delle crescite più spettacolari della storia, il mercato finanziario cominciò a prendere coscienza di una realtà che effettivamente fece registrare performances incredibili in un lasso di tempo molto breve. O’Neill diventò famoso, pubblicizzò Goldman ed il suo acronimo in giro per il mondo ed incassò laute ricompense durante le sue conferenze in cui prevedeva un futuro radioso per BRIC e Manchester United (di cui è grande tifoso). Poi sono arrivati i venti contrari per i Red Devils come per i BRIC; O’Neill ha lasciato nel 2013 Goldman Sachs ed il fondo azionario a tema creato dalla banca d’affari americana si è squagliato come neve al sole.
Goldman ha preso atto che i 98 milioni di $ di masse attuali (erano 842 milioni nel 2010) di fatto certificano il fallimento di un prodotto che comunque ha garantito commissioni alla banca d’affari e sogni ai clienti privati.

E così la parola CHIUSO di fatto sancisce la fine di un prodotto che uscirà dalle statistiche essendo stato fuso in un prodotto emergente generico.

bric

Di storie come queste ce ne sono a palate nel mondo finanziario (qualcuno si ricorderà certamente i fondi tecnologici degli anni 2000) e confermano, se mai ce ne fosse bisogno, che di maghi in giro non ce ne sono e che anche le previsioni che sembrano indiscutibili spesso e volentieri incontrano incidenti sul loro percorso.

Nessuno può conoscere il futuro e nessuno può certamente dire se i BRIC risorgeranno o cambieranno nome per favorire un marketing finanziario sempre molto attivo, ma il principio che guida è sempre lo stesso.

Investite in modo bilanciato e non fatevi tradire da nomi accattivanti o dispense platinate ricordando che il miglior consulente del vostro risparmio siete voi stessi. E poi ricordate anche un concetto molto semplice quando vi presentano prodotti super performanti. Per ognuno di questi ce ne sono altri che, per evitare imbarazzi, sono stati ridenominati, assorbiti, chiusi.

Spettacolare (ed azzeccata) la citazione di Morgan Housel “”Finance is a simple industry made to look and sound complicated to justify fees. Active managers even use a Greek word – alpha – to describe what other industries call “doing your job.”

Traducendo per i non conoscitori dell’ingese: “La finanza è una semplice industria creata per apparire complicata per giustificare le commissioni. I gestori attivi usano la parola greca “alpha” per descrivere ciò che in ogni altro settore industriale sarebbe chiamato “fai il tuo lavoro”.

P.S. Considerato il timing di Goldman nell’intercettare i punti di svolta  gli speculatori potrebbe cominciare a gettare un occhio di riguardo in ottica contrarian proprio ai BRIC replicabili con questo ETF .

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...