Le Medie Storiche Non Battono Quasi Mai l’Ora Giusta

Non ha nessuna utilità previsionale ma quando diciamo sempre che ogni investimento deve essere fatto tenendo conto delle attese di rendimento ecco che certe mappe grafiche aiutano in tal senso.
Gli analisti americani di Bespoke.com si pongono la classica domanda da 1 milione di Dollari, il bull market americano è finito?
Ovviamente non c’è risposta certa, ma è evidente che per i prossimi anni i possessori di azioni non dovrebbero di certo nutrire attese di rendimento da doppia cifra percentuale all’anno.
Realisticamente si potrebbe parlare di un 5%-6% nominale (quindi al lordo di tasse e costi) ma con tanta volatilità. Mai come in questo momento per un giovane investitore ha senso partire con un Piano di Accumulo di lungo periodo, anche perché i cosiddetti “drawdown” (o scivoloni all’italiana) temo saranno frequenti e questa piccola porzione di 2016 ne è un esempio.
Tornando al tema dei massimi di mercato sulla borsa americana; noi abbiamo già fatto qualche ipotesi in questo post circa le conseguenze future qualora fossero stati veramente toccati i massimi, ma Bespoke ci mostra in tutta la sua chiarezza grafica lo stato dell’arte.
Continua a leggere

Il coro unanime degli analisti su bond e azioni nel 2016 (come nel 2015)

Prima di svelare gli (inutili) outlook degli strategist di Wall Street, tanto per infierire un pò (ma sì dai che ci sta) vorrei ricordarvi le splendide previsioni che gli stessi guru fecero 1 anno fa. Riprendo l’estratto del post del 29 dicembre 2015.

Cominciamo dall’azionario (vedi qui). Tutti gli analisti sono bullish sull’equity e non potrebbe essere altrimenti visto che il 75% del tempo Wall Street lo passa in crescita. La statistica è dalla loro parte e per questo è sempre molto difficile trovare previsioni negative sulle borse. Tra 2100 di Goldman e Barclays e i 2275 di Morgan Stanley i livelli previsti per lo S&P500.

Complimentoni! Ecco dove eravamo ieri sera oltre 150 punti (-7,5%) sotto la previsione più vicina e oltre 330 punti (-14,5%) sotto quella più lontana.

SPXMa torniamo al post di dicembre 2015 perchè sui bond va ancora peggio. Continua a leggere