Correzione o Bear Market?

bear

(l’orso non fa poi così tanta paura…)

La distinzione tra correzione e mercato orso è spesso e volentieri un modo raffinato per dire agli investitori che le ferite nel proprio portafoglio sono curabili con un cerotto piuttosto che con delle trasfusioni. Sinceramente non ho mai creduto più di tanto ai parametri fissi. Un calo compreso tra il 10% e il 20% = correzione, un calo superiore al 20% “bear market”, questo dice la teoria.
Ho visto centinaia di grafici di azioni e indici che hanno formato dei minimi primari appena passata la “linea del Piave” del -20%. Uscire dal mercato solo per l’entrata formale in bear market avrebbe comportato la perdita di molte interessanti opportunità di mercato a sconto.
Detto questo di seguito trovate una rapida carrellata di numeri riguardanti le correzioni e i bear market della borsa americana a partire dal 1980. Continua a leggere

Annunci