Dov’è la Volatilità?

Interessante post di Morgan Housel che smitizza un pochino il luogo comune di questi anni che vorrebbe i mercati finanziari di oggi molto più nervosi e volatili di quelli delle decadi precedenti. Peccato che, come spesso succede, percezione ed emozione del presente mettono in testa agli investitori idee e verità che tali non sono. I numeri parlano per tutti la stessa lingua e non possono essere smentiti ed è per questo che cito volentieri questo articolo.
Morgan Housel ha verificato dal 1920 ad oggi la volatilità delle performance giornaliere, settimanali, mensili ed annuali dello S&P500.
Il primo grafico mostra la deviazione standard delle performance giornaliere dello S&P500 americano.

vol1

Se la decade 2000-2010 è stata caratterizzata da una volatilità del 1%, superiore a quelle post grande depressione degli anni 20 (giustificabile considerando le due recessioni e l’avvento del trading ad altra frequenza), la metà della decade in corso mostra una volatilità in linea con quelle che hanno caratterizzato tutte le decadi precedenti il 2000.

Evito di inserire le volatilità settimanali (vi rimando al post) che è risultata pari al 2% ed inferiore a tutte le decadi seguite agli anni ’70, mentre ritorno sul secondo grafico basato sull’analisi delle volatilità mensile; qui abbiamo un riscontro duro da accettare per i disfattisti.

vol2
La volatilità mensile del mercato dal 2010 ad oggi è stata del 2,9%, un livello che non ritroviamo se non negli anni ’50. La stessa volatilità mensile degli anni 2000 (4,1%) non appare così eccezionale se confrontata con quella degli anni 70-80 confermando per l’ennesima volta come, dalla Grande Depressione in avanti, il mercato di adesso non è più ballerino rispetto al passato.

Non parliamo poi della volatilità annua. Gli anni 2000 hanno visto la stessa volatilità (circa 20%) degli anni ’50 e degli anni ’70, mentre il primo lustro di questa decade viaggia a livelli di volatilità pari alla metà (10%), i più bassi mai visti in assoluto!

Chi vi scrive pensa che questo valore è destinato a salire nel prossimo lustro, confermando come da qui al 2020 avremo occasione di vedere tante scosse di assestamento. Ma in fondo la volatilità è un ottimo ingrediente per chi comincia ora a comprare azioni con ottica di lungo periodo, quindi…benvenuta.

Leggi anche: Capire la volatilità

                       Il mercato scende, che facciamo?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...