Le Soddisfazioni Arriveranno

Viviamo tempi che difficilmente possono considerarsi ricchi di soddisfazioni finanziarie per gli investitori di questo inizio ventunesimo secolo e di cui abbiamo già parlato in questo post. Il grafico che riporto sotto è stato preso dal blog di Michael Batnick e mostra i ritorni di 1$ investito su azioni americane suddividendolo per blocchi di periodo.

1$

Il risultato è espresso in termini reali e quindi ai guadagni nominali vengono sottratti i numeri relativi all’inflazione.

Dal 2000 a oggi 1$ è diventato 1.35$ in termini reali, tutto sommato non male complessivamente parlando ma deludente se le consideriamo su base annua. In 15 anni il 35% è storicamente molto poco ma abbiamo sempre la magra consolazione che nel 1965-1981 si registrò lo stesso andamento (ma allora fu l’inflazione a picchiare duro), idem nel 1929-1943 (ma allora ci fu la Grande Depressione).

Ci stiamo ancora portando dietro gli strascichi della grande crisi di inizio secolo sulla tecnologia seguita a breve distanza da quella finanziaria del 2007. Due botte tremende che stanno ancora minando economie e fiducie mondiali e di cui non conosciamo fino in fondo le conseguenze finali.

A parte questo la storia e la statistica in qualche modo possono esserci d’aiuto.

Prendendo tutti i periodi rolling decennali legati alla borsa americana sappiamo che sono risultati positivi in termini di rendimento nel 85% dei casi. E’ vero possiamo trovarci in mezzo a quel 15% che ha perso dei soldi, così come è pure vero che non si può essere investiti solo sulla borsa americana.

Ma quello che mi preme sottolineare, ritornando all’istogramma precedente, è che esistono periodi di bassa crescita (anche finanziaria) degli investimenti e periodo di alta crescita. Ora ci troviamo in una fase di bassa marea.

Prima o poi terminerà, succederà state tranquilli bisogna solo avere pazienza. Considerando che nessuno dei blocchi temporali visti nel grafico ha mai fatto ritornare segni negativi (il Dollaro investito insomma è sempre cresciuto in termini reali) vale la pena rimanere in gioco con una parte dei propri capitali aspettando l’arrivo dell’onda buona che solleverà consumi, investimenti ed anche rendimenti finanziari.

Leggi anche: Vincitori e vinti di questo inizio di ventunesimo secolo

I bei tempi andati del vivere di rendita

Ci vuole molta pazienza (parte II)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...