Ma Quante Azioni Dovrei Avere in Portafoglio?

Una delle classiche domande che un cliente fa ad un consulente è quante azioni deve mettere in portafoglio per massimizzare il rendimento futuro senza rischiare di perdere tanti soldi. A questo punto il consulente profila con un questionario il cliente, cerca (se è bravo) di capire la reale propensione al rischio del potenziale investitore e poi prepara l’asset allocation.
Il punto è che non esiste una ricetta magica, valida per tutti e per ogni stagione, ma esistono tantissime regole e tantissimi modi di approcciare questo tema.
Uno dei più semplici è quello del “100 meno l’età”. In pratica si sottrae a 100 il numero di anni del clienti ed il risultato è il peso ottimale dell’azionario. Se il cliente ha 50 anni l’investimento ottimale sarà dato da 50% azioni e 50% bond. Allungandosi la vita media alcuni si spingono a 110 – l’età, ma il concetto è sempre lo stesso. Continua a leggere