Punto della Situazione

E’ datato di qualche giorno ma questo studio di Cordantwealth scatta una istantanea sul sempre più spettacolare bull market dell’azionario americano.

Secondo per durata dal dopoguerra ad oggi con quasi 2.600 giornate di rialzo (ma ancora lontanto da 4.494 giorni del bull market 1987-2000), terzo per ritorno in versione total return (mentre il primo posto sembra irraggiungibile per il secondo serve poco più del 20% di ulteriore rialzo).

cordantSe però il bull market viene analizzato in termini di ritorno annuo, al momento la salita cominciata nel 2009 fornisce numeri che permettono di raggiungere solo il quinto posto (poco più del 17% annuo).

cordant2

Le valutazioni, lo sappiamo, sono care con il Cape di Shiller che il terzo più alto dal dopoguerra con conseguenti bassi ritorni attesi per il futuro. Imprendibile il 43 del 2000, a portata il 28 del 2007.

In mezzo a tutto questo però c’è un elemento che forse spiega più di ogni altro il persistere di questa fase, ovvero il differenziale di rendimento tra utili per azione su base annua e rendimenti decennali. Il premio è il più alto di sempre e prossimo al 2%, tutto merito dei bassi tassi di interesse che stimolano la ricerca di rischio da parte degli investitori.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...