La Triste Storia di un Piano di Investimento

arra

Passiamo anni a risparmiare qualche centinaio di Euro ogni mese ignorando completamente l’idea di diventare  milionari. Facciamo qualche piccolo sacrificio per la pensione, per i figli, per la casa, per le spese quotidiane. Curiamo come una reliquia d’epoca il nostro piano di investimento lucidandolo tutti i mesi e buttandogli un’occhiatina tutti i giorni speriamo di vedere sempre numeri verdi.

Poi un bel giorno cominciamo a guadagnare tanto, le performance diventano in doppia cifra e il  deposito titoli lievita settimana dopo settimana. Viene attivata la parte del cervello stimolata dalle sostanze stupefacenti come la cocaina o la morfina ed allora la nostra mente comincia a farsi dei viaggi incredibili senza considerare che la fortuna prima o poi si rivolterà contro di noi.

Cominciamo a sognare la nuova automobile (prima una Volkswagen poi una Mercedes senza disdegnare il sogno proibito della Porsche), il nuovo smartphone top di gamma (se i soldini giocati in borsa sono pochi), oppure la casa al mare e perché no anche quella in montagna (infischiandosene se il prossimo governo reintrodurrà la tassa sugli immobili, meglio sfruttare i tassi bassi della Bce finchè ci sono). Continua a leggere