La Ruota di Scorta

scorta

Uno degli aspetti più sottovalutati quando si risparmia denaro è quello legato alla quantità di soldi da accantonare per le varie emergenze che la vita in modo imprevedibile prima o poi colpisce il portafoglio di ognuno di noi.

Si tende a risparmiare per un viaggio o per la pensione o ancora per l’acquisto di un auto o di una casa. Non sempre si pensa invece agli eventi imprevedibili che non solo possono togliere risorse di denaro ai nostri piani di investimento tradizionali, ma spesso e volentieri sono una della cause principali per cui alla fine si decide di abbandonare la metodicità dell’investimento.

Il consiglio in questo caso è quindi sempre quello di fissare una sorta di riserva di emergenza monetaria depositata su un conto corrente o al limite investita in prodotti super sicuri. Considerato che oggi i tassi sui titoli più sicuri sono sotto lo zero le due cose possiamo dire che quasi si equivalgono o addirittura favoriscono la liquidità pur con tutti i limiti del caso.

Ogni persona / famiglia definisce soggettivamente quale può essere considerata la scorta di sopravvivenza in base alle proprie abitudini e al tenore di vita.

Gli eventi avversi possono ovviamente essere di ogni tipo, dalla perdita del posto di lavoro, alle spese mediche, fino alla sostituzione improvvisa dell’auto. Personalmente cerco di fare un medione di tutto ragionando su un certo numero di mensilità dello stipendio/ricavi da attività autonoma (da 6 a 12 mesi), a cui aggiungere un forfait legato ad eventi generici.

Ipotizzando ad esempio uno stipendio da 2 mila Euro netti per 6 mensilità il bisogno di emergenza per mantenere il tenore di vita per un semestre in emergenza sarà di 12 mila Euro. Se poi aggiungiamo a questo valore ad esempio 1000 Euro di spesa imprevista per manutenzione automobile, 500 Euro di spese mediche e 500 Euro di altro, otteniamo un valore totale di riserva di emergenza da 14/15 mila Euro.

Questi soldi se li avete già a disposizione tanto meglio, ma se per caso non li avete pronti sappiate che dovrete pensare anche a questo.

Non necessariamente le sfortune si accaniscono tutti i giorni e fin da subito, quindi avete tempo. Sappiate però che con 200 Euro al mese e rendimento zero, per arrivare a 14 mila Euro ci vorranno 5 anni e 10 mesi e quindi forse è meglio darsi una mossa fin da subito. Con 500 Euro al mese l’obiettivo temporale è ovviamente più vicino diventando di 2 anni e 4 mesi.

Non vedetelo in modo negativo questo atteggiamento precauzionale. Risolto il problema della scorta di emergenza (raggiungibile anche con una obiettiva revisione delle spese ordinarie), ricordate sempre che tutto quello che verrà dopo sarà destinato all’investimento.

Guadagnerete in  tranquillità e serenità e questo vi permetterà di affrontare i mercati e la relativa volatilità (tradotto perdite temporanee) in modo molto più distaccato con i relativi benefici che questo genererà per il vostro portafoglio di investimento.

Leggi anche: Il costo della liquidità

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...