Il Lungo Viaggio di 100 Euro Risparmiati

Libro consigliato per l’estate: Jason Zweig – Il Piccolo Libro che Salva i tuoi Soldi

100

Molto spesso il denaro, il risparmio e gli investimenti vengono spiegati in modo o troppo arido o troppo “esotico”. Grandi guadagni ci aspettano, oppure grandi perdite saranno inevitabili, o ancora preferire sempre l’investimento sicuro nonostante il basso tasso di tasso di interesse. Mastico finanza da tanti anni, ma ho sempre fatto molta fatica a trovare qualcuno che mi facesse percepire come responsabile e magico nello stesso tempo quello che stavo facendo, o meglio creando. Risparmiare oggi per avere più ricchezza e benefici domani è un concetto banale quasi ovvio, ma mi rendo conto molto difficile da applicare in ogni giorno della nostra vita.

Oggi con questo post cerchiamo di migliorare un pò la percezione che abbiamo di questo arido mondo della finanza.

Avete mai pensato a quale razza di viaggio lungo e avventuroso hanno fatto o faranno i vostri primi 100 euro investiti? Beh non siamo alla numero 1 di Zio Paperone, ma se i primi 100 Euro investiti all’età di 25 anni in un fondo comune o un ETF li abbiamo ancora tutti belli attivi sui mercati finanziari possiamo provare a capire verso quale porto approderanno ad esempio fra 40 anni.

Se li lasciamo soli soletti per tutti questi 40 anni i nostri 100 Euro ad un rendimento annuo del 8% nominale fra 40 anni saranno diventati 2.172 Euro per effetto del processo di capitalizzazione composta. Durante la loro traversata sono quindi diventati grandicelli, quasi 22 volte  più di quando sono partiti.

Lasciarli soli per 40 anni mette però un pò di tristezza e allora che ne dite di aggiungere altri 100 Euro ogni anno? Bene. Considerando una scaletta ipotetica di rendimenti annui che vanno dal 3% al 6% fino al 9%, ecco i risultati.

piano 1

Ancora meglio se il processo di crescita viene rappresentato con un grafico.

1002

I nostri amici ora tutti insieme (100+100+100+….) se per caso avessero avuto la fortuna di essere accompagnati da un rendimento medio del 6% annuo sarebbero  diventati oltre 16.000 Euro dopo 40 anni di viaggio, ma se poi il vento era in poppa (9% di rendimento) la loro trasformazione sarebbe stata molto più interessante e pari addirittura a 37 mila Euro.

Pensate cosa potrebbe succedere se questo viaggio cominciasse ancora prima, diciamo a 15 anni di età. Tutti i numeri che abbiamo visto si fermerebbero perciò a 55 anni. Ma mi mancano ancora 10 anni per arrivare a 65!

Tranquilli se il mercato sarà favorevole potrete smettere di fare nuovi versamenti e raddoppiare il capitale. Non ci credete vero?

Prendendo l’ipotesi più conservativa di un rendimento annuo composto del 6% per 40 anni abbiamo visto che arriviamo a 55 anni con 16.500 Euro. Se per i 10 anni successivi il rendimento annuo dovesse essere solo leggermente superiore, diciamo 7,2%, allora all’età di 65 anni vi ritroverete con 33 mila Euro senza aggiungere 1 euro.

Tutto merito della magia della capitalizzazione composta la quale ovviamente richiede anche un pizzico di fortuna, ma come ben sapete a volte le sorprese inaspettate accadono ogni tanto.

Il viaggio di un investitore americano dal 2009 ad oggi ad esempio ha visto un rendimento annuo composto sulla borsa americana del 20%. Adesso qualcuno dirà, sì bravo peccato che alla fine del 2008 gli investitori hanno visto i sorci verdi.

Diciamo che non è proprio così, almeno non lo è per chi aveva cominciato ad investire qualche decina di anni prima.

65La tabella mostra il rendimento annuo composto che avrebbe conseguito un investitore che avesse messo i suoi 100 euro sul mercato nel 1976 all’età di 25 anni. Alla vigilia del crollo del 2008 (e dopo lo scoppio della bolla internet) il rendimento annuo era del 12,4%, ovvero i 100 euro erano diventati 3.334 all’età di 55  anni.

Poi arriva la tempesta ed i progetti di raddoppiare il capitale sembrano naufragare alla fine del 2008. Mancano ancora 10 anni per arrivare al 2016 e quindi teniamo duro. La decade 2006-2015 alla fine non si rivelerà così disastrosa con un rendimento annuo composto del 6,4%.

Manca solo un anno, ma se non succedono disastri alla fine del 2016 i nostri 3.334 saranno diventati 6.200, un quasi raddoppio senza versare 1 euro!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...