Navigare tra le obbligazioni emergenti

Studio interessante di SPDR Etf sul mercato sempre più ricco dei bond emergenti. In 15 anni il numero delle emissioni è cresciuto secondo Barclays del 1719%  superando i 9 trilioni di Dollari. Non tutto il mercato è accessibile agli investitori stranieri con l’investibile che comunque supera i 4 trilioni. Una bella sommetta che si  è andata ad infilare soprattutto nei prodotti gestiti  attivi ed a replica passiva.

Come si sono comportati i gestori con riferimento a questa particolare asset class?

Nella tabella riportata qui sotto abbiamo una risposta poco incoraggiante.

etf1Fonte: Spdr Etf

Che l’universo siano i bond in valute forti (Dollaro ed Euro in particolare) o le valute locali emergenti, sulla distanza dei 5 anni oltre il 90% dei gestori fa peggio dei rispettivi benchamrk di riferimento.

Costi e tanto altro tra le motivazioni che hanno determinato questo andamento deludente. Nel rapporto di SPDR si intravedono però particolari interessanti.

Ad esempio il beta dei gestori  si posiziona sopra 1.20 con solo il 12% dei gestori a beta inferiore di 1. Tanto per intendersi il beta rappresenta la tendenza del rendimento di un’attività a variare in seguito alle mutate condizioni di mercato. Beta uguale a 1,20 significa che per ogni variazioni negativa del 1% del sottostante benchmark dei bond emergenti i gestori perdono di più, mentre la situazione si ribalta in caso contrario. Questo spiega il motivo per cui i gestori attivi hanno fatto molto bene in questo segmento nel corso del 2012. Questo però significa anche correre a velocità più alta, quindi maggior rischio.

Altro particolare interessante che emerge dalla ricerca è relativo alla composizione dei panieri di investimento. Se l’indice benchmark (e quindi l’Etf che replicava il Jpm GBI – Em Global Diversified Index) a fine 2015 conteneva nel suo paniere 188 posizioni spalmati su 15 paesi, il numero medio dei bond contenuti nei portafogli dei gestori attivi era di 89 su 22 paesi. Più concentrati su un maggior numero di paesi. Questo significa una minore  diversificazione su paesi in alcuni casi molto più marginali e quindi volatili e dipendenti da un maggior numero di variabili locali.

Stesso discorso vale per l’esposizione valutaria con i gestori attivi che mediamente detenevano in posizione 22 valute contro le 15 dell’indice.

Ovviamente non possiamo entrare nel dettaglio dei singoli fondi, ma anche in questo caso il confronto con i prodotti a replica passiva sembra conferire a questi ultimi una maggiore (ed ovvia replicando un indice) garanzia di stabilità a basso costo.

Il fai da te sui bond emergenti rimane un’attività ad elevata attrazione per l’investitore italiano, ancora innamorato della cedola elevata. Piace coccolare il dossier titoli  con una bella Bei al 8%, ma questo crea ulteriori elementi di distorsione con rischi di scommessa su certe valute (Rand sudafricano, Lira turca, Rublo russo tanto per citarne alcune) che possono rivelarsi disastrosi se i consigli non arrivano da professionisti del settore.

Tanto per citare un esempio, negli ultimi 3 anni in termini total return (quindi variazione valutaria sommata agli interessi percepiti sull’investimento obbligazionario) investire in Pesos messicani avrebbe comportato una perdita del 8%, così come investire in Rubli avrebbe determinato una perdita complessiva del 2%. Non esattamente un grande risultato considerando la volatilità sopportata e le ricche cedole incassate.

Per chi desiderasse investire sul mercato obbligazionario emergenti con strumenti a replica passiva, grazie al database di JustEtf.com abbiamo selezionato quei prodotti che hanno dimensioni superiori ai 500 milioni di Euro. Questa discriminante è importante poichè tende a garantire un bis ask adeguato in fase di compravendita. Purtroppo non ci sono prodotti ad accumulazione con queste caratteristiche.

etf

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...