Fregati, anno dopo anno

Oggi post breve ma che vuole essere un memo per chi inizia l’anno con propositi bellicosi. Il desiderio di partire alla grande con guadagni favolosi, arbitraggi sempre azzeccati con tanto di onda perfetta sul trend secolare che sta per partire, è un classico come buon proposito di inizio anno.

Poi nel giro di qualche settimana tutto va a naufragare, ma è innegabile come l’industria finanziaria e quella dei media hanno le loro colpe soffiando sul fuoco.

Nel 1940 il periodo medio di possesso di un’azione in America era 7 anni, oggi è di 1 mese!

orcam

Tutto è più frenetico è vero, ma dietro questo c’è un’industria che guadagna se il cliente “muove” i soldi. E se il cliente muove i soldi vuole anche essere costantemente informato ed ecco che carta stampata e digitale appunto soffiano sul fuoco affinchè il movimento dei titoli finanziari sia continuo.

Se come ben sapete la finanza non è un gioco a somma zero, chiedetevi che senso ha per voi fare trading così frenetici se il vostro piano di investimento deve durare lustri o decenni. Tanto per rinfrescare la mente vi consiglio questo post.

Fiscalità, ma anche pagamento di commissioni di trading zavorreranno il vostro capitale futuro. A fronte di guadagni possibili, avete costi certi che renderanno meno performante il vostro percorso. Vero è che la liquidità è perdente per effetto dell’inflazione, ma è altrettanto vero che rimanere senza soldi sul conto corrente vi espone al rischio d’impresa della vostra famiglia, ovvero l’imprevisto costoso che non può essere riparato.

Nello stesso tempo investire in obbligazioni a lunga durata coprirà probabilmente la perdite del potere d’acquisto ma vi esporrà al rischi di mercato legato al rialzo dei tassi nel breve periodo. Per non parlare poi dell’azionario che Cullen Roche di Orcam Financial Group indica come prodotto finanziario ad orizzonte temporale di 25 anni per poter garantire con una ragionevole certezza un rendimento reale positivo.

Pensate l’assurdo. Fate trading (quindi breve periodo) sullo strumento che ha l’orizzonte temporale più lungo in assoluto per ritornare rendimenti reali positivi. Spendete soldi e perdete sonno rincorrendo il mito di battere il mercato, quando là fuori ci sono migliaia di esperti super laureati che hanno disponibili tonnellate di informazioni societarie ben più attendibili dell’articolo di giornale che avete letto stamattina. Tutti ignoranti e voi i più furbi? Uhm non credo.

Il problema del mitico raggiungimento dell’alfa oggi (ovvero la capacità di battere un benchmark) forse è proprio legata ad una più ampia diffusione delle competenze tra i gestori di fondi. Il gioco è a somma zero, ma i contendenti sono molti di più.

Mettete insieme anno dopo anno i costi (e lo stress) accumulati saltando da una parte all’altra del mercato e confrontate il tutto con l’eventuale plusvalenza accumulata. Vi ha cambiato la vita tutto questo? Non credo. Avete avuto un boom nel vostro rendimento annuo? Se sì potreste aprire un hedge fund e diventare ricchi.

Probabilmente solo consultando la lista delle operazioni eseguite vi renderete conto di come la nostra mente tende a ricordare (e a farci diventare fenomeni della City) gli eventi positivi, per rimuovere invece quelli negativi magari dando la colpa alla solita maledetta sfortuna. E questo ci frega anno dopo anno…

Annunci

2 thoughts on “Fregati, anno dopo anno

  1. Cristiano 17 gennaio 2017 / 8:27

    È la stessa psicologia del gioco d’azzardo! Il buy and hold è veramente una pratica snervante per chi non ha pazienza nella vita e quindi sui mercati. È anche vero che quando si tratta di soldi, molti hanno la smania di verificare giornalmente lo stato degli stessi. Grazie per l’articolo! Vi leggo quotidianamente e sto cercando nel mio piccolo di far passaparola del vostro utile blog!

    Mi piace

    • archeowealth 17 gennaio 2017 / 19:09

      Diciamo pure che Gambling e investimento finanziario hanno molte affinità. La bravura sta nello sfruttare il maggiore numero di probabilità di successo a proprio favore e nel SuperEnalotto sono veramente poche -)
      Grazie Cristiano…continua così!! (nel senso del passaparola)-

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...