Costruire una rendita con il crowdfunding immobiliare

Il mondo del crowdfunding è stato avvicinato dal vostro autore in modo molto più convinto rispetto al passato con la pubblicazione del post “Investire soldi con il Social Lending” con approfondimenti e riflessioni che si sono susseguite negli ultimi mesi. Articoli in rete, regolamenti, esperienze di altri investitori e tanti altri contenuti hanno contribuito a generare nel sottoscritto un’idea sul fenomeno crowdfunding.

Siamo di fronte a qualche cosa ancora agli albori, che sconvolgerà il mondo del credito per come lo conosciamo ora. Attenzione però a rischi e pericoli vari che si incontreranno lungo il percorso perché anche per questo tipo di investimento rischio e rendimento osserveranno la solita regola. Più alto il rendimento più alto il rischio.

Il crowdfunding  (in italiano finanziamento collettivo, ma a volte forse è meglio non tradurre vista la bruttezza di quello che esce)  deriva da crowd (folla) e funding  (finanziamento). Qualcuno già prevede scenari pesantemente negativi per il mondo bancario poiché con questa pratica il popolo può democraticamente avere accesso a prestiti ed investimenti prima inviolabili totem praticabili solo da istituzione finanziarie con le spalle larghe.

L’ovvietà è che i progetti devono essere interessanti e sostenibili per poter raccogliere denaro dal pubblico (questo lo scoprirete solo dopo); permettetemi di non credere alla presunta democratizzazione di cui si sente parlare sempre più spesso con riguardo al crowdfunding, ma anche per il Bitcoin o per la sharing economy. Democratizzare l’accesso ad uno strumento non significa necessariamente spalmarne i benefici; lo scoppio delle bolle speculative sono un esempio lampante di cosa succede quando si ritorna alla realtà.

Forse è il caso di ricordare che se Google e Facebook sono entrate nella top five dei titoli a maggiore capitalizzazione a Wall Street nonostante vendano servizi per la massa dei consumatori praticamente gratuiti, è perché il costo occulto che ognuno di noi sostiene ogni volta che visitiamo i loro indirizzi web si chiama tracciabilità di ogni comportamento, movimento, pensiero. Un perfetto sharing (a loro favore) che si sposa a meraviglia con l’illusione del consumatore di avere ogni cosa a portata di click gratuitamente.

Peccato  che però questi moderni paladini del nuovo eludono spesso e volentieri il fisco pagando tasse ridicole in Irlanda o Lussemburgo. E’ abbastanza incredibile come il popolo critichi il ricco imprenditore che porta i soldi all’estero e fa passare tutto in cavalleria a società come Facebook che elude 100 mila volte di più. L’imprenditore ci fa schifo perché danneggia la società nella quale viviamo e lo chiamiamo giustamente evasore, Facebook l’adoriamo perché esalta il nostro individualismo, il nostro narcisismo e quindi perdoniamo tutto, anche l’elusione fiscale.

Fatta questa premessa torniamo al tema di oggi, il crowdfunding.

Ho cominciato un viaggio in rete alla ricerca dei vari tipi di offerta presenti in Europa di uno strumento di investimento alternativo capace di generare flussi di reddito costanti. Naturalmente esistono prodotti tradizionali come obbligazioni/azioni/Etf con la politica di distribuzione della cedola/dividendo, ma esiste anche un classico che tutti gli italiani adorano come la rendita immobiliare derivante da affitto.

Quando però si acquista un immobile con questo scopo, oltre a dover mettere sul piatto un sacco di soldi, ci si deve fare carico di questioni burocratiche, fiscali, finanziarie e di rischi (ad esempio l’illiquidità) non indifferenti.  A questo si aggiunge una diversificazione che spesso e volentieri va a farsi benedire visto che ad esempio il luogo dove è sita la casa  difficilmente è diverso da uno.

Ho cominciato così ad interessarmi al crowdfunding immobiliare, una realtà già molto diffusa negli Stati Uniti e in Gran Bretagna e che sta ottenendo grandi numeri anche in Germania. In Italia fino a quest’anno non c’era praticamente nulla per il pubblico al dettaglio poi un cambio di normativa ha aperto le porte ai primi progetti. Attenzione però agli slogan.

Se si pensa di diventare proprietari di immobili mi dispiace deludervi non è proprio così ed il rischio controparte in questo caso deve essere tenuto in debita considerazione. Tanto per fare un esempio queste piattaforme altro non sono che intermediari tra l’investitore e la società immobiliare. Chiaramente se quest’ultima ha dei problemi l’intermediario non ha responsabilità. E’ per questo che è assolutamente necessario polverizzare l’investimento tra varie proprietà.

Il mio interesse per il momento si è concentrato su due piattaforme di crowdfunding immobiliare con le quali intendo investire qualche soldino portando avanti una sorta di Piano di Accumulo, l’inglese Property Partner e la spagnola Housers.

Per quello che riguarda Housers è attiva nel mese di ottobre una promozione molto interessante che regala 50 euro da investire sulla piattaforma a coloro che si iscriveranno utilizzando il bonus attivabile con il link seguente (update 2 novembre 2017) nel mese di novembre una promozione molto interessante che regale 25 euro da investire nella piattaforma a coloro che si iscriveranno utilizzando il bonus attivabile con il link seguente:

Bonus Housers 25€ riservato a nuovi iscritti

Attenzione. Il bonus viene concesso solamente a coloro che investiranno denaro nei progetti in via di finanziamento nella sezione “In raccolta”. Il bonus non viene accreditato a coloro che investono invece direttamente sul Marketplace (ovvero progetti già finanziati).

Il più classico dei sistemi promozionali di passaparola che offre vantaggi a tutti, vecchi e nuovi clienti e che vale la pena sfruttare finché la società sta cercando spazio sul mercato.

Nell’articolo di domani farò una mini recensione a favore di tutti quelli che possono essere interessati al fenomeno, basandomi sull’esperienza accumulata fino ad oggi. Nei prossimi mesi mi riprometto di aggiornarvi sull’evoluzione progressiva del mio personale portafoglio immobiliare qualora decidessi di investire in modo convincente con questa pratica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...