Crowdfunding immobiliare, arrivano i primi interessi da Housers

Dopo i post Costruire una rendita con il crowdfunding immobiliare e crowdfunding immobiliare, partirò con Housers da Lisbona,  doveroso aggiornamento sul mio percorso di investimento nel mondo immobiliare.

Prima di mostrare il mio “modesto” (almeno per ora) portafoglio, una breve recensione su Housers che ho “stressato” in queste ultime settimane.

Del servizio clienti rapido ed efficiente avevo già parlato nei post precedenti, ma qualche dubbio l’avevo sull’accredito puntuale degli interessi mensili e sul riscatto di capitale.

Per quest’ultimo caso la mia richiesta simbolica di riscatto da 50 Euro è stata molto veloce ed in tre giorni i soldi erano sul conto corrente che avevo indicato in fase di iscrizione. La procedura di riscatto è di una banalità sconvolgente. Bene così.

L’altro aspetto sul quale avevo qualche perplessità era legato all’accredito degli interessi. Ed invece Housers ha rispettato le scadenze in modo puntuale.  Per le proprietà in mio possesso ad inizio mese è arrivato il primo accredito sul conto Housers e mi aspetto che lo stesso accadrà anche il mese prossimo.

Confermo anche che funziona ottimamente la promozione “Presenta un amico”. Grazie  ad alcuni amici (anche di Housers che ringrazio!) che si sono iscritti sul sito, il sottoscritto (ed ovviamente anche gli amici stessi) hanno acquisito un bonus da 50 Euro ora disponibile per l’investimento sull’account Housers. Confermo come tale bonus non è prelevabile ma solo investibile.

Al momento dell’accredito degli interessi (in linea con la percentuale di rendimento annuale comunicata all’atto dell’acquisto) Housers trattiene il 10% dell’importo come previsto contrattualmente.

Ed eccoci alle mie proprietà. Gli importi sono molto modesti, siamo all’inizio ed il portafoglio lo sto costruendo man mano. L’obiettivo è inserire 50 Euro al mese di nuovi investimenti.

La diversificazione geografica è fondamentale e per questo cerco di investire di volta in volta in luoghi diversi. Attualmente sto finanziando una raccolta fondi per ristrutturazione e nuova apertura di un’attività alberghiera a Valencia. Qui il rendimento per il primo anno è del 8% ed a seguire del 6%, non male se verrà rispettato.

L’obiettivo del mio piano è comunque quello di cercare di mantenere un rendimento medio da affitto attorno al 4%.

Provata anche la funzionalità Marketplace. Attualmente compratori e venditori sono presenti in modo sufficiente a garantire una vendita a prezzi adeguati qualora si desiderasse liquidare un proprietà; Housers non preleva commissioni alla vendita.

Purtroppo la promozione di ottobre è scaduta, ma Housers continua a mantenere aperto il canale di promozione “Presenta un amico”. Per chi si iscrive a novembre Housers regala 25 Euro da investire fin da subito. L’elemento interessante è che ogni nuovo iscritto può invitare un numero infinito di amici e, se alcuni di questi si iscrivono, per ognuno di loro si ha diritto ad un bonus di 25 Eur.

Se gli amici dovessere essere 10 vi ritrovereste con 250 Euro sul conto da investire. Si può così far lavorare la capitalizzazione composta degli interessi anche versando una cifra modesta a Housers.

Il bonus è  attivabile con il link seguente:

Bonus Housers 25€ riservato a nuovi iscritti

Se delusi dalla piattaforma si vende tutto sul Marketplace e si riporta a casa il capitale.

Come detto l’altra volta, siccome sto puntando all’indipendenza finanziaria, il meccanismo della rendita immobiliare può essere un buon mezzo alternativo per avere flussi di cassa costanti da attività non legate alle classiche azioni ed obbligazioni.

Al momento sto completando il mio investimento immobiliare con un classico ETF REIT che investe esclusivamente nella zona Euro con pesi preponderanti in Francia e Germania. Housers mi offre la possibilità di completare l’investimento nella zona mediterranea.

Appuntamento ai prossimi post per aggiornarvi su nuove acquisizioni…

Buon crowdfunding a tutti!

Annunci

6 thoughts on “Crowdfunding immobiliare, arrivano i primi interessi da Housers

  1. Luca 13 novembre 2017 / 10:35

    Ciao, come avviene la tassazione di rendite da affitto ed eventuale plusvalenza quando la societa’ rivendera’ l’immobile? vengono considerate come le rendite finanziarie , quindi tassate al 26%? Il rendimento del 4% annuo e’ lordo o gia’ al netto delle tasse? Come va dichiarato al fisco ?

    Mi piace

    • archeowealth 13 novembre 2017 / 13:53

      Tutto il guadagno da dichiarare in sede di dichiarazione dei redditi. Aliquota applicata quella marginale irpef…ovviamente consigliato per chi ha redditi bassi.
      Il 4% è lordo ma riguarda solo l’affitto poi c’è la potenziale plus da valore immobile negli anni.

      Mi piace

      • Luca 16 novembre 2017 / 22:22

        Grazie! Sei stato chiaro e preciso come sempre

        Mi piace

  2. Luca 28 novembre 2017 / 8:37

    In questi giorni sto esplorando la piattaforma di Housers. Mi sono registrato qualche settimana fa e ho notato una cosa : tutti i progetti vanno a buon fine , ovvero ottengono il 100% della somma richiesta entro la scadenza prevista. Non ti sembra un po’ strano che vadano tutti a buon fine ? Possibile che non ci sia neanche un progetto che non riesce a raccogliere tutta la somma ?

    Mi piace

    • explowealth 28 novembre 2017 / 21:00

      No non mi sembra strano affatto. Come puoi vedere i progetti in fase di crowdfunding non sono tantissimi e quindi presumo che cerchino di mettere dentro quelli su cui vanno a colpo sicuro. Nel momento in cui capiscono che in un certo arco di giorni non riescono a raccogliere il 100% dapprima mettono incentivi all’acquisto (tipo extrarendimenti come per il progetto Cozzi) e poi prorogano la scadenza della raccolta (come per l’ostello di Valencia). In definitiva tutti hanno successo perchè tra promo e dilazione della scadenza (tenendo in vetrina solo quelli fino a quando non sono esauriti) la clientela per ora arriva.
      Il consiglio è aspettare sempre la fine di una raccolta perchè in qualche modo qualche incentivo all’acquisto lo aggiungono sempre (ma per importi dai 1000 in su)

      Mi piace

      • Luca 29 novembre 2017 / 9:32

        Grazie per il chiarimento ! Hai ragione. La promo l’avevo vista, ma finora non avevo mai visto che dilazionavano la data di scadenza, quindi ho ragionato basandomi sulla data di scadenza fissa. Se hanno anche questa ‘leva’ della scadenza allora ci sta che vanno tutti a buon fine.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...