Piano di Accumulo nel settore immobiliare con ETF e Crowdfunding Housers (5° puntata)

Prosegue il mio Piano di Accumulo nel settore immobiliare con ETF e Crowdfunding Housers illustrato nel precedente articolo di dicembre.

Non sto a ripetermi sui vantaggi di un investimento di questo tipo per chi, come il sottoscritto, non dispone di cifre importanti e soprattutto non vuole impegnarsi in un solo progetto.  Ne abbiamo già ampiamente discusso nel post di dicembre.

Dall’ultimo mese del 2017 ho aggiunto una nuova partecipazione ad un investimento immobiliare in terra portoghese tramite Housers, il portale di crowfunding immobiliare (o meglio di social lending) che offre possibilità di investimento su immobili e progetti real estate in Spagna, Italia e Portogallo.

Vista la ripresa in corso in terra iberica (decisamente più frizzante di quella italiana) ho deciso così di entrare in un secondo progetto immobiliare a Lisbona dopo il primo finanziato ad ottobre.

Prosegue così la mia opera di allontanamento da quel processo negativo di home bias  spesso presente tra gli investitori del settore finanziario ma anche immobiliare.

Investimento questo sempre fatto in modalità risparmio, ovvero su immobili destinati ad essere affittati e destinati a diventare generatori di una rendita mensile per i prossimi anni. Anche per questo progetto vale l’instant rent, ovvero il pagamento per i primi sei mesi dell’affitto anche in caso di non locazione dell’immobile.

La mia idea è quella di destinare 100 Euro al mese al settore  Real Estate possibilmente cercando di mantenere un rendimento da interessi attorno al 4% lordo fisco, il tutto al netto di incrementi di prezzo degli immobili che rappresentano la copertura contro il rialzo dell’inflazione. Diciamo quindi che il 4% è già un rendimento reale.

Al momento gli appartamenti di Madrid, Milano e Barcellona risultano già affittati con regolare contratto di locazione visibile sul sito di Housers, mentre quelli di Lisbona e Firenze sono in fase di acquisizione e ristrutturazione ma con pagamento affitti già esecutivo tramite Instant Rent. Diverso il discorso per l’albergo di Valencia, in ristrutturazione,  ma che comincerà a pagare la ricca rendita (8%) alla fine del dodicesimo mese.

Ci fa molto piacere segnalare un bell’articolo pubblicato sul blog di Housers avente per oggetto l’importanza dell’interesse composto. Diciamo che noi di Investireconbuonsenso.com eravamo stati precursori di un genere di articoli molto educativi, ma purtroppo poco “spinti” in rete. Per chi vuole farsi un ripasso questo è il link ad uno dei nostri primi articoli.

A fianco però dell’investimento via crowdfunding porto avanti anche un piano di accumulo di acquisto su ETF Reit, ovvero uno strumento che investe in azioni quotate del settore real estate ancora più diversificato, quotato sul mercato, liquido e certamente con maggiori garanzie rispetto al crowfunding per quello che riguarda il rischio controparte.

Per quello che riguarda l’ETF Reit ho scelto questo ETF . Emesso da State Street, è un ETF ad accumulazione che investe in Europa escludendo la Gran Bretagna. Ottimo per escludere in buona parte rischio cambio ed effetti Brexit.

Ma torniamo al mio piano di accumulo.

Cominciato a giugno 2016 il mio piano sta andando avanti con regolarità. Di seguito la tabella riepilogativa con il dividend yield (rendimento del dividendo rapportato al prezzo di acquisto). Non mi interessa la valorizzazione dell’Etf (attualmente in pareggio rispetto al prezzo di carico) poichè la mia è una finalità di rendita generata dai flussi di cassa.

Siccome ho deciso di investire in questo ETF  una volta all’anno per limitare i costi, sto valutando se entrare con la tranche 2018 dopo la recente correzione di mercato.

 

Tornando ad Housers segnalo come continua a rimanere aperto il canale di promozione “Presenta un amico”. Per chi si iscrive sul sito Housers regala 25 Euro da investire fin da subito.

L’elemento interessante è che ogni nuovo iscritto può invitare un numero infinito di amici e, se alcuni di questi si iscrivono, per ognuno di loro si ha diritto ad un bonus di 25 Eur.

Se gli amici dovessere essere 10 vi ritrovereste con 250 Euro sul conto da investire. Si torni così alla solita capitalizzazione composta degli interessi che comincia a lavorare anche versando una cifra modesta a Housers.

Il bonus è  attivabile con il link seguente:

Bonus Housers 25€ riservato a nuovi iscritti

Se delusi dalla piattaforma si vende tutto sul Marketplace e si riporta a casa il capitale.

A questo punto non resta che darci appuntamento al prossimo post per gli aggiornamenti dei miei nuovi investimenti nel mondo del real estate.

Buon investimento a tutti.

Ogni lettore deve considerarsi responsabile per i rischi dei propri investimenti e per l’uso che fa delle informazioni contenute in queste pagine. I consigli proposti hanno come unico scopo quello di fornire informazioni. Non sono, quindi, un’offerta o un invito a comprare o a vendere titoli.

Aggiornamento del 20.12.2017 – l’attività di collocamento di Housers è stata modificata per decisione della Consob http://www.consob.it/web/area-pubblica/bollettino/documenti/hide/interdittivi/divieto/2017/d20242.htm.

La società ha indicato la seguente frase nella sezione Opportunità per segnalare le modalità di offerta che saranno riservate ai soli clienti italiani: Per disposizione della Consob del 22.12.2017, la pubblicazione delle offerte agli utenti italiani dei prestiti partecipativi avverrà attraverso prestiti diretti alle società richiedenti o intermediari differenti dalla HSI BV.
Nel rispetto della normativa comunitaria e nazionale sul prospetto (Reg. EU 2017/1129), su questa piattaforma nessuna società offerente può richiedere investimenti superiori ad euro cinque milioni per periodi consecutivi di 12 mesi. In alcuni Paesi esistono dei limiti massimi di investimento per alcune tipologie di investitori, che vengono applicati automaticamente dalla piattaforma. Per maggiori informazioni contattare il servizio clienti.

 

Annunci

2 risposte a "Piano di Accumulo nel settore immobiliare con ETF e Crowdfunding Housers (5° puntata)"

  1. bierlollo 12 marzo 2018 / 7:19

    Proprio ieri stavo guardando il sito Walliance, crowdfunding immobiliare pure lui. Penso effettivamente si tratti di una diversificazione molto interessante, visto che si possono investire piccoli importi. Ti posso chiedere un paio di cose? C’è un beneficio fiscale come per l’investimento nelle aziende innovative? La tua quota di affitto ti viene riconosciuta mensilmente?
    Grazie e ciao.

    Mi piace

    • explowealth 12 marzo 2018 / 21:56

      Nessun vantaggio fiscale. Si pagano tasse mettendo in dichiarazione gli introiti e pagando ad aliquota marginale Irpef (quindi conviene sempre aprire utenza a chi ha reddito più basso). Il pagamento degli affitti in modalità reddito viene fatto mensilmente versando il denaro sul wallet di Housers. Si può prelevare quando si vuole. Per il momento Housers ha sempre pagato con regolarità, può ovviamente succedere che l’inquilino smetta di pagare…

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...