L’Asset Allocation di ArcheoWealth (Primo trimestre 2018)

Consueto aggiornamento trimestrale del portafoglio di Archeowealth partito ufficialmente, come i nostri lettori più affezionati ben sanno, a gennaio 2015 con una dotazione di 50 mila Euro.

La nostra volontà è quella di mostrare ai lettori che è possibile costruire portafogli efficienti anche con importi modesti. Realizzato tramite strumenti a replica passiva (ETF), il portafoglio cerca di comprimere al massimo uno dei pochi elementi conosciuti a priori durante un investimento, ovvero il costo. Tutto con la semplicità di pochi strumenti inseriti all’interno del portafoglio.

Alla fine del 2017 il capitale era cresciuto a 58.600 Euro. Inevitabile che prima o poi avremmo visto una correzione di mercato che avrebbe rallentato il passo.

Al 31 marzo 2018 scende così a 14,16% il rendimento cumulato da gennaio 2015 per un importo di 57.200 Euro.

Trimestre duro con poche asset class capaci di non perdere soldi. In periodi come questi bisogna ringraziare la componente bond che costituisce il 40% del portafoglio. Il senso dei bond in portafoglio l’abbiamo già spiegato qui e non ci torniamo su, ma proprio in momenti come questi poco è meglio di meno di zero.

Tra le asset che hanno fornito il miglior contributo (nel senso che non hanno perso) un posto di rilievo occupa quella legata al mondo inflation linked.

Anche la componente REIT, inversamente correlata all’andamento dei tassi, ha beneficiato di una fase di ritorno di interesse sull’obbligazionario.

Decidiamo di fare un unico movimento alla fine di questo trimetre per ridurre l’esposizione al rischio cambio Dollaro Usa. Per questo effettuiamo un arbitraggio sulla componente bond emergenti (5% del portafoglio) a favore di un ETF sempre obbligazionario emergente ma Eur hedged. Tutto il resto invariato.

Ecco la composizione del portafoglio suddivisa per macro asset class.

E per asset type

Come ripeto sempre (a beneficio dei nuovi lettori) ecco il disclaimer finale. Questo è il MIO portafoglio e NON il VOSTRO. Qui dentro ci sono i miei obiettivi e non i vostri. Qui dentro c’è la mia propensione al rischio e non la vostra (che non conosco).

Questo portafoglio non è replicabile semplicemente perchè calza a pennello sul mio profilo di investitore. Anche voi dovrete cercare di costruire (o farvi aiutare da un consulente preparato) un’asset allocation  che miri a realizzare nel corso del tempo i vostri obiettivi. Quando vi sentirete tranquilli di stare sul mercato con quel tipo di investimenti, beh allora avrete raggiunto la pace dei sensi dell’investitore di buon senso.

Buon investimento a tutti.

Annunci

6 risposte a "L’Asset Allocation di ArcheoWealth (Primo trimestre 2018)"

  1. Stefano Mazzarri 22 aprile 2018 / 17:48

    Buongiorno. Essendo il topic in oggetto di sicuro interesse, mi permetto di porre delle domande per ricostruire con precisione la storia di questo portafoglio dai suoi esordi; purtroppo, la mancanza di alcune informazioni sulla sua storia passata negli anni 2015 e 2016, impedisce attualmente di ricostruirne passo per passo l’evoluzione passata, nonchè le operazioni di ribilanciamento (che sono ovviamente quelle di maggior interesse, soprattutto per i non addetti ai lavori).

    1- Start: Da quanto si può desumere, il portafoglio è stato creato ad inizio 2015, con una asset allocation dal bilanciamento abbastanza tradizionale, su un numero totale, sembrerebbe, di 8 ETF; tuttavia dalle info disponibili nei vari step di questo topic, è attualmente impossibile ricostruire le percentuali iniziali del portafoglio. Le componenti dovrebbero essere le seguenti:

    Azionario Mondiale;
    Azionario Emergente;
    Azionario Europa Bassa Volatilità;
    Azionario Europa Dividend;
    Immobiliare Europa;
    Emerging Market Bond (hedged);
    Global Inflation Linked Bond (unhedged);
    Global Aggregate Bond (hedged).

    2- Bilancio 2015: si passa a 9 ETF, per aggiunta di un 5% di COMMODITY, che sottrae un 5% ad AZIONARIO MONDIALE (30-25=25%); quindi il nuovo ETF sarebbe stato aggiunto proprio a fine 2015.

    3- Bilancio 2016: EMERGING MARKET BOND HEDGED (6%) sostituito con analogo UNHEDGED; AZIONARIO MONDIALE diminuito di 3% che passa a GLOBAL AGGREGATE BOND (HEDGED); quest’ultimo, a sua volta, viene diminuito di un 6% (26-6=20%), che però non si capisce dove vada a finire in questo ribilanciamento.

    4- T1 2017: nessun aggiustamento; nelle percentuali pubblicate, compare però un nuovo ETF US CORPORATE IG BOND (HEDGED), che non si sa quando sia stato inserito (evidentemente nel corso del 2016); gli ETF diventano quindi 10.

    5- T2 2017: switch di US CORPORATE IG BOND (HEDGED) a NON HEDGED (4% circa).

    6- T3 2017: nessun aggiustamento.

    7- Bilancio 2017: componenete REIT EUROPE: sostituzione di ISHARES EUROPEAN PROPERTY YIELD con SPDR EPRA EX UK.

    8- T1 2018: componente EMG MARKET BOND: sostituzione di ETF UNHEDGED con equivalente HEDGED, percentuale rimasta al 6%.

    Ringrazio in anticipo se l’autore di questo (ottimo) topic vorrà chiarire i dubbi che ho menzionato, a favore mio e degli altri lettori.
    Saluti

    Mi piace

    • archeowealth 22 aprile 2018 / 19:19

      Intanto grazie all’amico lettore che con precisione quasi maniacale ha riportato tutti gli aggiustamenti del portafoglio dalla sua nascita. Ovviamente per quello che è citato nel disclaimer mi auguro che non l’abbia seguito in modo altrettanto preciso visto che alcune manovre dipendono da fattori esterni al portafoglio stesso tipo incassi in valute diverse dall’Euro oppure investimenti di altra natura che qui non compaiono.
      Il disclaimer in grassetto è scritto proprio per evitare malintesi.
      Detto questo è con piacere che confermo le tue richieste.
      Punto 1 ok
      Punto 2 ok
      Punto 3 il ricavo è stato parcheggiato prudenzialmente in liquidità per timing di mercato
      Punto 4 ok inserito nel 2016 l’ETF corporate hedged
      Punto 5 ok
      Punto 6 ok
      Punto 7 preferenza per ETF ex UK e soprattutto ad accumulazione
      Punto 8 ok

      Ci tengo a sottolineare che si noterà una certa movimentazione relativa alla copertura del cambio. Ritengo di avere a disposizione un servizio (ovviamente a pagamento) ed un’esperienza che mi permettono di gestire con profitto questo tipo di attività compensando i costi del trade.
      La numerosità degli ETF tendenzialmente è rimasta stabile.

      Spero di aver risposto in modo esaustivo a tutti i tuoi dubbi.
      A presto!

      Mi piace

      • Stefano 23 aprile 2018 / 22:57

        Grazie per la sollecita risposta. Preciso che la mia ricostruzione certosina non è finalizzata a copiare l’investimento in oggetto, ma a simularlo il più fedelmente possibile (con appositi strumenti molto diffusi) per poterlo soprattutto confrontare con asset allocation composte da un numero superiore o inferiore di ETF, verificando così l’efficacia o meno della diversificazione più o meno spinta.
        Se posso permettermi, l’unica precisazione che mi starebbe a cuore è avere le percentuali esatte del portafoglio al suo esordio a inizio 2015, spalmate sugli 8 asset con cui fu avviato, essendo questo dato non più recuperabile dai post precedenti.
        Grazie ancora per la collaborazione.

        Mi piace

  2. Stefano 5 maggio 2018 / 9:47

    Mi permetto di richiedere nuovamente, anche a beneficio degli altri utenti, la composizione percentuale per asset-class del portafoglio al suo esordio nel 2015 (dato che non è più desumibile dai vecchi post). Mi sembra una informazione determinante per poterne valutare correttamente l’andamento di questo portafoglio nel tempo.
    Ringrazio nuovamente.
    Saluti

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.