Come moltiplicare per 40 il capitale in 100 anni (garantito al 99.9%)

L’anno scorso le principali testate giornalistiche specializzate in economia e finanza hanno messo in risalto tra incredulità e scetticismo la previsione di Warren Buffett. Il guru di Omaha ha infatti dichiarato apertamente come tra 100 anni il Dow Jones toccherà quota 1 milione di punti.

Qui la news http://www.trend-online.com/prp/buffett-dow-jones/

Considerando che il Dow gira in questi mesi attorno ai 24-25 mila punti, la previsione di Buffett ci porta a concludere che un investimento fatto oggi sulla borsa americana fra un secolo avrà un valore 40 volte superiore.

Investite 25.000 Euro oggi per vostro figlio appena nato (o nata) e se avrà la fortuna di diventare centenario lascerà in eredità ai vostri nipoti 1 milione di Euro.

Lo so già cosa state pensando. La solita sparata fatta ad arte per far luccicare gli occhi dei potenziali investitori, ma sostanzialmente irrealizzabile.

E invece no cari amici. Il vecchio Warren è un volpone e non vuole certo essere messo in difficoltà da un pubblico di scettici o da trader rampanti che non vedono l’ora di proclamarne la sua fine come mago della finanza.

Se vi dicessi che Buffett è stato anche fin troppo conservativo e prudente mi credereste?

Ora ve lo dimostro.

Siccome Buffett conosce perfettamente l’ottava meraviglia del mondo l’ha semplicemente applicata facendosi beffe di giornalisti superficiali e uomini d’affari poco esperti di matematica.

Se prendiamo infatti 25 mila Euro e, per ogni anno che passerà da oggi ai prossimi 100 anni, applichiamo un rendimento annuo composto (CAGR) all’investimento del 3.76% otterremo, udite udite, 1 milione di Euro. E voilà il gioco è fatto.

Se esistesse un titolo di stato americano o tedesco con questa scadenza e questo tasso otterreste lo stesso risultato e sicuramente con meno volatilità.

Prudente ho scritto, questo perchè il Dow negli ultimi 100 anni è salito mediamente del 6% (ed in questo caso l’indice arriverebbe fra un secolo a 8.482.000 punti); prudente  ma  forse anche profetico circa il fatto che i prossimi anni per i mercati azionari saranno meno ricchi di quello che la storia recente ha restituito. Quello che è certo è che la matematica non mente e nemmeno Warren Buffett.

Libro consigliato: Il metodo Warren Buffett

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.