Day by day

surf up and down stock

Eccellente articolo di Michael Batnick sul blog Theirrelevantinverstors.com dedicato all’inutilità di cercare di catturare giorno per giorno gli up and down del mercato azionario.

Michael comincia con un’affermazione assolutamente corretta ed incontestabile. Il lungo termine è una sequenza di brevi termini.

La statistica che viene analizzata nel post è disarmante per la sua semplicità e crediamo dovrebbe essere tenuta sempre a portata da coloro che stanno cercando di imparare come investire i propri risparmi.

Si investono,  non giocano.

La prima tabella ci fa vedere quanti sono stati i giorni positivi e negativi dal 1990 a fine ottobre 2018 sullo S&P500. Leggera preferenza (ma neanche di tanto) dei positivi sui negativi.

La cosa interessante è legata alle performance medie giornaliere. Il +0.73% di up è perfettamente contrastato dal -0.76% di down. Sono bastati 500 giorni in più di rialzi per generare un 669% di rendimento cumulato positivo sulla borsa americana in questi 29 anni.

Ovviamente il mercato vive di cicli.

Ci sono i cicli rialzisti (bull market) e quelli ribassisti (bear market).

Leggi anche: Tre motivi per compiacersi di un mercato ribassista

Scontato il fatto che nei giorni di rialzo i giorni positivi eccedono di qualche punto percentuale quelli di ribasso e viceversa durante un bear market. Ma ancora una volta guardiamo al dato di rialzo/ribasso medio giornaliero.

Praticamente identico in un bull market, leggermente prevalente la negatività nelle fasi di ribasso.

Al limite si potrebbe ragionare sul fatto che tramite alcuni strumenti (l’analisi tecnica per esperienza personale è quella più efficacie) si potrebbe evitare di partecipare per intero ad una fase ribassista di mercato rinunciando specularmente ad una fetta del bull market.

Quello che però nessuno riuscirà mai a fare è prevedere l’oscillazione giornaliera di un mercato.

Come abbiamo visto dai numeri è tutto molto randomico, molto da monetina testa o croce.

Questo almeno nel breve periodo.

Diverso il discorso nel lungo periodo dove stare investiti permette di catturare quei (pochi) giorni di positività supplementare rispetto alla negatività in un anno.

Saranno proprio quei giorni a fare la differenza alla fine della nostra corsa alla crescita del capitale.

Leggi anche: Calma, opportunismo e visione di lungo periodo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.