Organizzare le vostre finanze al meglio (by italoaustralianoblog)

Money, Grow, Interest, Save, Invest

Come annunciato nell’intervista di qualche giorno fa al blogger italoaustraliano, abbiamo deciso di ospitare su investireconbuonsenso.com alcuni degli articoli più interessanti pubblicati sul suo blog.

Articoli che hanno come tema principale la filosofia FIRE, ovvero il raggiungimento dell’indipendenza finanziaria. Un fenomeno che come ben sappiamo può essere realizzato ovunque se naturalmente supporto da una buona pianificazione finanziaria e da un tenore di vita decisamente più frugale rispetto allo standard.

Magari nell’articolo troverete dei riferimenti a strumenti di investimento o a comportamenti tipicamente australiani, ma credo che per tutti i  lettori del nostro blog possa essere interessante leggere punti di vista e soluzioni diverse da quelle che periodicamente pubblichiamo qui.

Ringraziando ancora l’amico italoaustraliano vi auguro una buona lettura.

Il topic di oggi non è del tutto legato agli investimenti diretti, piuttosto a come preparare una solida base da cui partire.

Abbiamo infatti pensato di stilare una lista di steps da svolgere prima,dopo e durante il vostro percorso da investor:

STEP 1 – LA REGOLA DEI SECCHIELLI

Secondo Scott Pape autore di “The barefoot investor” il primo passo dovrebbe essere quello di automatizzare i propri risparmi. Il suo suggerimento è infatti quello di aprire molteplici conti correnti, che lui chiamerà secchielli, nei quali versare le nostre contribuzioni lavorative, generalmente con bonifici automatici. Potete capire meglio cosa intendo dall’ immagine presa dal libro. Una spiegazione per chiarire cosa rappresentino i secchielli credo sia necessaria, ovviamente il rubinetto rappresenta il vostro stipendio, il quale viene versato e suddiviso in 3 conti separati :

1)Spese e Divertimento Per un individuo medio di solito il 60% dei guadagni, per coprire le vostre spese come bollette e shopping, con l’aggiunta di qualche sfizio qua e la.

2)Cuscinetto emergenze Di solito il 10% dello stipendio con lo scopo di raggiungere una cifra pari a tre mensilità.Questi sono risparmi che non verranno mai toccati almeno che non incorriate in una grossa emergenza.

3)Investimenti a lungo termine Per il classico risparmiatore il 20%, chi è appassionato di FIRE come noi può cambiare l’ allocazione dello stipendio diversamente, per esempio per noi è circa 30%-10%-60%.

Se vi capiterà di leggere il libro, e consiglio vivamente di farlo, potrete vedere anche come l’autore suddividerà ulteriormente questi conti. La nostra opinione è che dividere in 3 secchielli è già un grande passo avanti verso la vostra l’organizzazione economica, evitando di complicarsi troppo la vita.

STEP 2- PAGARE I PROPRI DEBITI AD ALTO INTERESSE

Se avete un finanziamento aperto per la vostra macchina, oppure avete un vecchio debito con una carta di credito la vostra priorità dovrebbe sempre essere quella di saldare quei conti prima di inziare ad investire. Si, lo sappiamo che non è cosi entusiasmante come comprare azioni, ma provate a ragionare sui guadagni. Versando i vostri risparmi sui vostri debiti state di fatto guadagnando il tasso di interesse del debito stesso. Quindi prima cosa da fare è verificare a quanto ammonti il vostro tasso sui debiti, se è superiore al 6-7% il nostro consiglio è di pagarlo il prima possibile. Credetemi che di questi tempi utilizzando ETF o LIC sarà molto difficile che riusciate a guadagnare tassi così alti!

Automatizzare dei pagamenti dal vostro conto 3(investimenti a lungo termine) per andare a distruggere i vostri finanziamenti velocemente. Un ultimo consiglio a riguardo, se avete questo tipo di debiti, cercate di tenere un savings rate più alto del solito, almeno fino a quando riuscirete ad estinguerli. Potrete sempre tornare ad un rate più consono al vostro stile di vita una volta che passerete allo step successivo.

STEP 3 – INVESTIRE!

A questo punto vi facciamo le nostre congratulazioni!Siete finamalmente liberi dai vostri debiti e potete proseguire verso la vostra indipendenza finanziaria!

Come ormai saprete per acquistare azioni avrete bisogno di effettuare una sottoscrizione con un broker online il quale vi permetterà di vendere e comprare titoli azionari. Esistono diverse piattaforme tra cui molte banche quali Commonwealth (Commsec), Westpack e Bendingo. Noi come sapete, siamo ossessionati dal risparmio quindi utilizziamo Selfwealth per i suoi costi di transazione bassissimi $9.50.

Considerando che compriamo ogni mese circa $5000, in percentuale spendiamo solamente lo 0.19% ad ogni transazione.

Un discorso a parte va fatto per azioni e ETF’s Americani, per quest’ultimi infatti, stiamo valutando la piattaforma Stake, la quale fornisce ZERO costi di transazione.

La proveremo nei prossimi mesi e vi faremo sapere le nostre opinioni. Tenete sempre in considerazione questi costi, soprattutto se investite regolarmente, nell’arco di 10 anni anche un 1% potrebbe fare una enorme differenza!

STEP 4 – REINVESTMENT PLAN

A pochi giorni dal vostro primo acquisto riceverete una lettera con il vostro numero identificativo (HIN) e il certificato di proprietà delle vostre azioni.

Poco dopo riceverete una email dalla quale potrete avere accesso al portale on-line. Da qui avrete la possibilità (consigliatissima) di selezionare il reinvestment plan, ovvero il reinvestimento automatico in nuove azioni dei dividendi genrati dai vostri dividendi. In questo modo invece di farvi liquidare i vostri guadagni sul conto corrente, verranno generate nuove quote pari al valore dei dividendi guadagnati. Questo velocizzerà tantissimo la crescita del vostro capitale e in alcuni casi vi farà riparmiare sulla tassazione.

STEP 6 – TENERE SOTTO CONTROLLO I VOSTRI RISULTATI

A chiunque stia inziando il proprio percorso, consigliamo di scriversi TUTTE le spese mensili per almeno 6 mesi e stabilire il vostro tasso di risparmio. Un buon tasso di risparmio di solito è superiore al 40% delle vostre entrate, nel mondo FIRE troverete persone capaci anche di raggiungere il 70-80%.

Noi ammettiamo di essere pigri, dopo il primo anno ci siamo resi conto che i numeri si assomigliavano molto di mese in mese, di conseguenza abbiamo abbandonato i fogli excel limitandoci a guardare le nostre spese solo una volta all’anno. Cercate però di capire quale sia la strategia che più si adatta alla vostra persona, lo scopo è trovare un metodo che vi aiuti a stare sul sentiero dell’indipendenza economica, se per esempio, tendete a spendere più del previsto potrebbe essere utile continuare a tenere traccia dei vostri bank account regolarmente.

Un altro modo per tenervi motivati e controllare i vostri successi è calcolare il vostro NET WORTH. Questo metodo è generalmente molto più veloce, per questo è anche il nostro preferito. Se siete curiosi di scoprire il vostro potete calcolarlo qui: https://www.moneysmart.gov.au/tools-and-resources/calculators-and-apps/your-net-worth-calculator .

STEP 5 – PREPARARSI PER LA FINE DELL’ANNO FINANZIARIO

Ovviamente dovrete pagare delle tasse sui profitti generati, e di sicuro vorrete avere sotto controllo i vostri risultati durante l’anno. Per fare questo, noi di Italoaustraliano utilizziamo una piattaforma del tutto gratis (fino a 10 titoli differenti) chiamata Sharesight. Grazie a questo software potrete prima capire i guadagni suddivisi per titolo, generare portfoli virtuali e vedere come performerebbero, e generare in un click il vostro totale incassato quando dovrete applicare per il famoso Tax Return.

Concludiamo come al solito sottolineando che questi non sono suggerimenti professionali, quindi rivolgetevi ad esperti prima di prendere qualsiasi decisione sulla vostra specifica situazione economica.

Articolo scritto sul blog www.italoaustralianoblog.com

2 risposte a "Organizzare le vostre finanze al meglio (by italoaustralianoblog)"

  1. Anonimo 14 novembre 2019 / 22:37

    Ho un piano di investimento in etf di circa 140 Ke 75% azioni 25% materie prime e conto deposito e un mutuo di 100 ke di durata 19 anni con tasso fisso all’ 1.2% lordi
    Alcuni etf azionari hanno performato bene, un etf ha fatto in un solo anno +28% lordi. Voi cosa fareste? Continuo ad investire e tengo il mutuo nonostante il guadagno oppure liquido una parte di etf per estinguerlo prima del prossimo ribasso dei mercati?

    "Mi piace"

    • archeowealth 14 novembre 2019 / 23:13

      Naturalmente non possiamo fornirti consulenza non conoscendo la tua situazione finanziaria e patrimoniale.
      La regola numero 1 è sempre quella di ridurre il debito a meno che gli attivi non forniscano un rendimento certo superiore al passivo. Siccome l’azionario nel breve periodo (tipo 1 anno) ha praticamente la stessa probabilità di essere vincente o perdente trai tu le considerazioni del caso circa la valenza di qualsiasi previsione. E credo che in 19 anni un ribasso sui mercati arriverà, nessuno può dirti quando.
      Anche assumendo che in 19 anni difficilmente l’azionario chiuderà negativo non ne abbiamo la certezza. Invece hai la certezza che l’1.2% lo pagherai sempre.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.