Il gatto, la volpe ed il Pinocchio risparmiatore

Non sono passate inosservate le dichiarazion rilasciate nelle ultime settimane dai vertici di Unicredit ed Intesa San Paolo sul tema tassi negativi e loro eventuali applicazioni sui depositi bancari degli italiani.

Mustier e Messina, i due capi delle banche più importanti del nostro paese, in un gioco tra le parti notato da pochi, hanno con modi diversi intimorito prima e rassicurato poi il povero risparmiatore che ha il proprio denaro giacente sui conti correnti.

Mustier di Unicredit lo ha fatto dicendo che dal 2020 Unicredit potrebbe iniziare a ribaltare la “tassa” Bce degli interessi negativi sui depositi dei propri clienti superiori ai 100 mila. Poi goffamente ha rettificato precisando che tale misura sarebbe eventualmente applicata solo sopra il milione di Euro.

Il gatto aveva appena finito di chiudere la sua sceneggiata che la volpe si è presentata in scena nelle vesti di Messina, amministratore delegato di Intesa. Continua a leggere