L’asset allocation di ArcheoWealth (primo trimestre 2020)

Dopo un 2020 travolgente ed irripetibile è arrivata la doccia gelata di un 2020 che di certo non comincia sotto i migliori auspici finanziari. E non solo.

Purtroppo quando ancora la serrata italiana era là da venire avevo capito che ci stava capitando qualcosa di grave.

Avrei potuto prendere le dovute contromisure sul mio portafoglio di investimento.

In fondo in quel 24 febbraio il mercato azionario mondiale era appena sotto di 5 punti percentuali rispetto ai massimi storici. Potevo vendere azioni e comprare bond oppure mettermi in liquidità. Il timing stavolta non era sbagliato e con il cappello da trader non vi nascondo che qualche piccola operazione l’ho messa in piedi.

Ma come investitore no, non ha fatto nulla, consapevole che avrei perso probabilmente denaro nelle settimane successive. O meglio avrei visto il valore del mio capitale scendere, ma non perdere perchè quello accade quando effettivamente cediamo i nostri asset a qualcun altro.

Ma rileggendo il racconto di tre mesi fa forse dentro di me sentivo qualcosa che non andava.

Proprio nell’ultimo aggiornamento avevo scritto

L’aspetto positivo è che il 2019 ha già messo il portafoglio nelle condizioni  di essere impermeabile ad un bear market. Con un +30% dalla partenza, un’esposizione al rischio equity attorno al 57% fa sì che anche un crollo dei mercati nell’ordine del 50% nella peggiore delle ipotesi (ovvero che i bond facciano zero) di fatto riporterebbe il mio investimento al valore di partenza di 5 anni fa. Sarebbe avvilente, ma certamente non drammatico anche perchè a quel punto saremmo di fronte a quel crash tanto atteso che aprirebbe le porte ad aspettattive di rendimento per gli anni a venire decisamente ambiziose.

 

E così è successo e sta succedendo.

Quando nei giorni scorsi ho visto sbriciolarsi gli indici di borsa ho fatto due cose molto semplici.

Per il mio portafoglio in piano di accumulo ho aumentato gli acquisti in puro stile Value Averaging.

Leggi anche: Come investire con un PAC quando scendono i mercati

Per il mio portafoglio buy and hold ho preparato la mossa di gestione del rischio più semplice ed efficacie del mondo. Il ribilanciamento.

Leggi anche: Prova pratica di ribilanciamento

I lettori che mi conoscono meglio avranno percepito molto chiaramente i messaggi che stavo mandando. Non a caso proprio a marzo ho pubblicato in versione aggiornata due vecchi articoli del passato su questi temi.

E così ho proceduto come da tabella seguente a vendere quote di asset che erano in utile (bond e oro) per comprare quote di asset che erano in perdita (azioni).

Tramite la piattaforma di JustETF ho potuto in automatico rielaborare il ribilanciamento con qualche piccola eccezione. Ho deciso infatti di non ribilanciare i REIT ed i bond emergenti vendendo meno Global inflation linked che quindi sale di peso all’interno del portafoglio complessivo. Un pò meno rischio insomma.

Leggi anche: justETF: recensione ed opinioni della piattaforma online – Prima parte

E’ giunto quindi il momento del consueto aggiornamento del portafoglio di ArcheoWealth partito ad inizio 2015 con una dotazione fissa di 50 mila € diventato alla data del 31 marzo  poco più di 56 mila €, quasi 9 mila € in meno della fine del 2019.

La performance da inizio anno è del – 13% che diventa -6% a 12 mesi, +1% a 3 anni e +13% dal lancio 2015.

Siamo tornati sostanzialmente al 2018 quando il capitale era sceso a 55 mila €.

Naturalmente il mio target fissato in rendimento annuo del 4-5% si allontana per il momento riducendosi ad un più modesto 2.4% annuo. Positivo in termini reali, ma insoddisfacente considerando il rischio assunto. Non è un problema c’è tempo davanti ed ho la consapevolezza che fra tre mesi potrei anche trovarmi allo stesso punto di 5 anni fa.

Ricordo che il controvalore attuale è già al netto dei costi degli ETF  e delle  commissioni di negoziazione, ma al lordo di fiscalità ed inflazione.

Leggi anche: Come capire quanto costa un ETF

Viste le attività di ribilanciamento messe in campo non farò questo trimestre nessuna manovra.

Siccome non mi aspetto che la situazione volga al bello in fretta credo che ci saranno altre manovre di questo tipo in vista e per questo non voglio eccedere con i costi della movimentazione. Come ho già anticipato la volta scorsa comincio ad entrare in un ciclo di vita in cui punto a generare una rendita passiva periodica e quindi in futuro troveranno sempre più spazio gli ETF di Vanguard a distribuzione.

La nuova esposizione in asset class diventa quindi di 49% Azioni 38% Bond 7 % REIT 6% Oro.

Ovviamente è molto improbabile (se non impossibile) che il 2020 ripeta il 2019 in termini di performance, ma l’importante è tenere la barra dritta sull’obiettivo senza stravolgere il proprio piano di investimento. Se i mercati saranno generosi raccoglieremo. Se non lo saranno pazienteremo in attesa di momenti migliori che sicuramente arriveranno.

Forza e coraggio!

Come ripeto sempre (a beneficio dei nuovi lettori) ecco il disclaimer finale. Questo è il MIO portafoglio e NON il VOSTRO. Qui dentro ci sono i miei obiettivi e non i vostri. Qui dentro c’è la mia propensione al rischio e non la vostra (che non conosco).

Questo portafoglio non è replicabile semplicemente perchè calza a pennello sul mio profilo di investitore. Anche voi dovrete cercare di costruire (o farvi aiutare da un consulente preparato) un’asset allocation  che miri a realizzare nel corso del tempo i vostri obiettivi. Quando vi sentirete tranquilli di stare sul mercato con quel tipo di investimenti, allora avrete raggiunto la pace dei sensi dell’investitore di buon senso.

Buon investimento a tutti.

Ogni lettore deve considerarsi responsabile per i rischi dei propri investimenti e per l’uso che fa delle informazioni contenute in queste pagine. I consigli proposti hanno come unico scopo quello di fornire informazioni. Non sono, quindi, un’offerta o un invito a comprare o a vendere titoli.

 

 

16 risposte a "L’asset allocation di ArcheoWealth (primo trimestre 2020)"

  1. Andrew 6 aprile 2020 / 15:09

    Aspettavo con curiosità questo dato trimestrale viste le recenti turbolenze. Dal mio punto di vista è stato interessante confrontare un’asset allocation completa, ben strutturata , con tutte le classi (Azioni, Obbligazioni, REITS, Gold) che alla fine ha fatto – 13% rispetto al mio portafoglio 100% azionario che ha fatto – 20% . Una differenza del 7% con tutta questa volatilità ci può stare ,pensavo peggio.

    Barra dritta e andiamo avanti !

    "Mi piace"

  2. Michele 6 aprile 2020 / 17:05

    Buonasera,

    secondo Lei, in questo momento di drawdown del mercato azionario dove le azioni singole/ETF si trovano “in sconto”, per un ragazzo di 25 anni con obiettivi a lungo termine (20/30 anni), ha senso destinare parte del portafoglio alle obbligazioni, rubando benzina per una possibile ripresa in futuro del mercato azionario? Quindi non avrebbe più senso inserirLe con calma in futuro visto l’orizzonte temporale e approfittare della recessione attuale?

    N.B! so che per rispondere correttamente alla domanda dovrebbe conoscere molte variabili.. non pretendo da Lei un consiglio su come dovrei investire i miei risparmi, solo una valutazione sulla composizione di un portafoglio tenendo conto del momento che stiamo attraversando.

    Grazie mille

    "Mi piace"

    • archeowealth 6 aprile 2020 / 22:23

      Ricorda sempre la scorta di sicurezza per tempi cupi (come questi), ricorda di avere i soldi per pagare bollette, benzina, auto, vacanze, dentista…Fatti un bel budget di spesa realistico e quello che avanza puoi tranquillamente organizzarti su un 80% azioni internazionali 20% monetario/obbligazionario inflation linked.

      "Mi piace"

      • Michele 23 aprile 2020 / 22:51

        Buonasera,

        cosa ne pensa di dedicare, sempre in un portfolio di lunga durata di una persona giovane, una parte della componente azionaria in Small Cap? In mancanza della possibilità di investire in un ETF World, sarebbe meglio puntare su un ETF USA (Russell 2000 per esempio) o Europa (MSCI Europe Small Cap)?

        Grazie

        "Mi piace"

      • archeowealth 29 aprile 2020 / 21:39

        Le Small cap sono una componente cosiddetta style di un portafoglio. MAggiore volatilità rispetto alle large cap (teoricamente) maggiore rendimento prospettico nel lungo periodo. Può avere senso se viene costruito un portafoglio particolarmente articolato con un patrimonio considerevole. Non mi fanno impazzire. Preferisco acquistare un World nel quale trovo tutte assieme large, mid e small cap. LAscio che sia il mercato a decidere chi sovra performa nel tempo anche perchè è questo un fattore che non posso controllare e prevedere.

        "Mi piace"

  3. Blau (@Blau96767320) 6 aprile 2020 / 21:41

    Da ora in poi, avra’ ancora senso detenere bond (mercati sviluppati) visto che anche in USA sono ormai vicini allo 0? Come potranno in futuro funzionare da ‘bilanciatore’ nel portafoglo?

    "Mi piace"

    • archeowealth 6 aprile 2020 / 22:17

      Domanda da 1 milione di dollari. Se c’è qualcosa che può essere assimilato ad una bolla questo è il mondo dei bond e non dell’equity ma come stiamo vedendo le obbligazioni hanno sempre un compratore di ultima istanza le azioni no. Quindi la risposta è sì, agiranno da ammortizzatore anche in futuro ma molto più scarico che in passato per quasi totale assenza di cuscinetto cedolare. Ma quando tutto va male le obbligazioni sono un porto sicuro verso il quale approdare. Poi siccome viviamo momenti eccezionali il futuro potrebbe anche cambiare, ma chi lo sa…

      "Mi piace"

      • Blau (@Blau96767320) 7 aprile 2020 / 8:54

        Grazie della risposta! Unico mio dubbio e’ che in caso di rialzo dei tassi, tutti gli ETF bonds cominceranno a scendere di valutazione

        "Mi piace"

  4. Cristiano 10 aprile 2020 / 20:34

    Questi giorni sto analizzando un portafoglio composto da 1 Etf All World e un portafoglio composto da 3 ETF (Mondo Sviluppato/Europa/Emergenti). Sia prima del virus che in questi giorni il portafoglio All World ha performato meglio e ha perso/sta perdendo meno rispetto a quello composto dai 3 ETF.
    Possibile? Perché avere allora un portafoglio a 3 ETF se con uno solo si hanno migliori risultati e meno volatilità? Sbaglio?

    "Mi piace"

    • archeowealth 11 aprile 2020 / 19:59

      La cosa non mi stupisce. Nel breve periodo avresti potuto avere anche il risultato opposto ed avresti fatto un commento diverso. Diciamo che nel lunghissimo periodo la diversificazione paga, ma il punto è che è molto complicato mantenere un piano per decine di anni, gli innamoramenti per certe posizioni ciclicamente ritornano, non è detto che il futuro risulti uguale al passato. Per questo il consiglio a chi ha piccole cifre è sempre quello di comprarsi un ETF World. Per chi ha cifre più consistenti creare una propria asset allocation dopo aver studiato bene il piano supportandolo con delle evidenze.

      "Mi piace"

  5. Erreffe 12 aprile 2020 / 11:43

    Buongiorno e buona Pasqua AW: anche se viviamo momenti particolarmente complicati, spero che questo giorno dia serenità a tutti e fiducia per il futuro, per quanto riguarda investimenti, salute fisica e mentale (non necessariamente in quest’ordine).

    "Mi piace"

    • archeowealth 12 aprile 2020 / 15:30

      Grazie erreeffe auguri di Buona Pasqua anche a te e semplicemente dico MAI MOLLARE

      "Mi piace"

  6. Dario 22 maggio 2020 / 9:35

    Buongiorno,
    e complimenti per il blog!

    Sono un ragazzo giovane e mi trovo finalmente in condizione di effettuare il mio primo investimento con un piccolo capitale (5-10 mila euro). Ho valutato i miei obiettivi e la mia propensione al rischio e vorrei adottare una strategia abbastanza offensiva (80% stocks – 20% bond o in alternativa 75% stocks – 20% bonds – 5% gold).

    Vorrei fare tutto cio con un singolo ETF ad accumulazione per classe. Potresti consigliarmi secondo te quale è il migliore:
    – ETF stocks world / acwi
    – ETF bond
    – ETF gold

    Grazie mille!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.