Investire nelle criptovalute, nel bitcoin o nella blockchain?

Anche oggi pubblichiamo l’articolo di un autore con il quale abbiamo deciso di collaborare. Il nostro mister X (che di professione fa il consulente finanziario indipendente) scrive sempre newsletter originali e competenti per i suoi clienti e così abbiamo deciso di tanto in tanto di far apprezzare le sue riflessioni anche ai lettori di investireconbuonsenso.com. L’articolo segue idealmente quello particolarmente controverso di un paio di settimane fa focalizzato su bitcoin. Visto l’argomento da guelfi e ghibellini, grazie come sempre a chi avrà voglia di commentare in modo civile e costruttivo. Tutti gli altri possono tranquillamente evitare. Buona lettura.

Bitcoin, Dollaro

Visto che ormai anche il macellaio, il droghiere e il giornalaio discutono su come e se investire nel Bitcoin, non posso esimermi dal dire la mia. Premetto con il dire che non a caso ho usato la metafora del macellaio (con tutto rispetto per i macellai naturalmente) perchè, per chi ha buona memoria, quando arrivarono anche i macellai a comprare Tiscali, Gandalf, Poligrafica San Faustino, Tecnodiffusione e altri, era il segnale che quel tipo di mercato fosse in bolla speculativa.

Magari questa volta mi sbaglio, ma con tutto quello che si sta scrivendo sul fenomeno e cosa, soprattutto, sta succedendo ai prezzi del bitcoin, io personalmente ho il classico sentore classico della bolla speculativa. Continua a leggere