4%, è veramente il numero magico nel mondo FIRE?

Dice, Price, Percent, Percent Cube

La persona o la famiglia che, con grande lungimiranza è stata capace di accumulare un cospicuo capitale finanziario nel corso degli anni, nel momento in cui decide di godersi la vita magari smettendo di lavorare o semplicemente rallentando i ritmi della routine quotidiana, quasi sempre si pone la seguente domanda.

Se investo oggi i miei soldi con la asset allocation X e prelevo ogni anno una quantità di euro pari a Y dal mio conto in banca, con quanti soldi mi ritroverò ad esempio all’età di 80 anni?

Ovviamente i dubbi possono poi sfociare in diverse varianti interrogative.

Durerà tutta la vita il mio gruzzoletto? Resterà qualcosa per gli eredi? Mi ritroverò vecchio e incapace di produrre nuovo reddito e privo di ogni forma di ricchezza perché ho calcolato male tempi e modalità di gestione del denaro? E se dovesse accadere un imprevisto molto costoso, saprò fronteggiarlo senza distruggere il mio patrimonio?

Quesiti leciti e fondamentali che rappresentano i giusti test di sicurezza ad ogni buon piano finanziario che si rispetti e che non possono essere lasciati all’approssimazione. O meglio. Si può fare da sé fino ad un certo punto, ma poi per evitare disastri totali quando le complessità aumentano, sempre meglio spendere qualche spicciolo affidandosi a dei professionisti.

Se poi questo piano è finalizzato al ritiro anticipato dal mondo del lavoro in un’età nella quale le prestazioni professionali sono ancora alte e redditizie, giusto essere ancora più analitici studiando piani A e piani B. Tenendo conto dei rischi C e dei rischi D.

Ci sarà sempre un’età che non ci consentirà più di ritornare nel mondo del lavoro con le stesse capacità intellettuali e fisiche di quando abbiamo deciso di adottare la filosofia FIRE.

Opportunità (godersi la vita), ma anche rischi enormi (bruciare il capitale troppo presto), sono là fuori che ci aspettano.

In questa serie dedicata non all’accumulo, ma al decumulo del capitale, cercherò di fornire qualche buon consiglio per navigare al meglio questo mare.

Continua a leggere