Anche Saxo Bank si Schiera con i Robo-Advisors

roboCome noi di InvestireconBuonSenso.com avevamo previsto un anno fa qui, cominciano a prendere piede i Robo Advisors anche in Italia. Stavolta è Saxo Bank  con il servizio SaxoSelect che in collaborazione con iShares sbarca con l’attività automatica di investimento. Siamo andati a spulciare nella documentazione pubblica presente sul sito della banca danese specializzata in Forex e Cfd.

Per partire non è necessarioavviare rapporti di conto corrente o conti deposito, ma è sufficiente aprire un conto SaxoTrader (quello che si usa per il trading sul forex) al quale verrà collegato un sottoconto dedicato dove verrà gestito il portafoglio di investimento.

Un breve questionario di ingresso catalogherà il vostro profilo ed ecco che avrete a disposizione tre tipi di investimento sui quali operare e con gradi di rischiosità crescenti. I portafogli non sono personalizzabili visto che le strategie sono già fornite di default al cliente e contengono esclusivamente Etf di iShares. Continua a leggere

La nuova era dei Robo-Advisors

Negli Stati Uniti sta trovando una sempre maggiore diffusione tra la fascia di popolazione più giovane (o fra quella con livelli di risparmi non elevati) il fenomeno dei cosiddetti Robo-Advisors. Questi consulenti virtuali di fatto permettono di aver accesso a processi automatici di creazione e gestione dei portafogli sfruttando i concetti della moderna teoria di portafoglio.
Asset allocation orientata quindi agli obiettivi, all’orizzonte temporale e al profilo di rischio di ciascun cliente, il tutto a costi bassissimi e con un grado di efficienza molto elevato vista l’automazione dell’intero processo di investimento.

robot advisors
La parola Robo-Advisor può essere fuorviante visto che si tende a percepire questo consulente come una macchina che di fatto investe i risparmi privati, ma in realtà dietro ad ogni algoritmo e ad ogni scelta di asset allocation ci sono esperti finanziari ed accademici che regolano il processo in base a quelle che sono le condizioni dei mercati.
Un pregio notevole del Robo-Advisor è ad esempio quello del Continua a leggere

La Rivoluzione Tecnologica che cambierà il Modo di Investire

Alcuni mesi fa la Oxford University ha pubblicato uno studio in cui venivano stimati una serie di lavori che la tecnologia e i robot avrebbero rimpiazzato in futuro. Tra questi lavori vittima dell’automazione rientravano anche il 58% delle professioni di consulente finanziario (il personal advisor).

oxfordQuesto studio è stato un po’ snobbato dai consulenti i quali continuano a ritenere fondamentale il rapporto umano con la clientela per creare piani di investimenti duraturi e soprattutto efficaci.
Peccato che nell’arco di un anno l’avanzata dei ROBO-Advisors ha spiazzato tutti mostrando caratteristiche che, soprattutto per la fascia patrimonialmente più bassa della clientela, renderanno probabilmente molto reali le previsioni della Oxford University.

Negli Stati Uniti realtà come Continua a leggere

La nuova era dei Robo-Advisors

Negli Stati Uniti sta trovando una sempre maggiore diffusione tra la fascia di popolazione più giovane (o fra quella con livelli di risparmi non elevati) il fenomeno dei cosiddetti Robo-Advisors. Questi consulenti virtuali di fatto permettono di aver accesso a processi automatici di creazione e gestione dei portafogli sfruttando i concetti della moderna teoria di portafoglio.
Asset allocation orientata quindi agli obiettivi, all’orizzonte temporale e al profilo di rischio di ciascun cliente, il tutto a costi bassissimi e con un grado di efficienza molto elevato vista l’automazione dell’intero processo di investimento.

robot advisors
La parola Robo-Advisor può essere fuorviante visto che si tende a percepire questo consulente come una macchina che di fatto investe i risparmi privati, ma in realtà dietro ad ogni algoritmo e ad ogni scelta di asset allocation ci sono esperti finanziari ed accademici che regolano il processo in base a quelle che sono le condizioni dei mercati.
Un pregio notevole del Robo-Advisor è ad esempio quello del Continua a leggere