Perchè investo in ETF

Mockup, Macchina Da Scrivere, Parola

Mi sono reso conto che in tanti anni di articoli pubblicati sul blog abbiamo auto celebrato l’investimento con strumenti finanziari a replica passiva (gli ETF) buttando qualche indizio sparso un pò di qua e un pò di là senza però mai concentrare in un unico post i motivi che ci fanno dire, meglio acquistare uno strumento che replica un indice piuttosto che un fondo a gestione attiva degli investimenti.

E’ arrivato il momento di farlo. Continua a leggere

Se potessi avere 200 € al mese. Come impiegare il futuro assegno unico universale per i figli

Segno, Bicicletta, Decorazione, Bici

Il Parlamento italiano sta per approvare in via definitiva il Disegno di Legge che delega al Governo l’emanazione dei decreti legislativi per introdurre a partire dal 1 gennaio 2021 il cosiddetto assegno unico universale per i figli. A questo link un maggior approfondimento sul tema.

Nella sostanza il Governo sta cercando di erogare l’ennesimo bonus a favore delle famiglie nel tentativo di sostenere natalità e potere d’acquisto in un momento alquanto delicato dal punto di vista economico. Ognuno può avere le sue idee sull’efficacia di queste misure, ma essendo un blog di finanza personale credo sia abbastanza importante inquadrare la questione perché ogni famiglia con figli a carico avrà la possibilità di costruire fin da subito un bel castello di denaro che all’età di 21 anni permetterà ai nostri eredi di realizzare un discreto numero di sogni. Continua a leggere

Dove ho già visto questa cosa

Parete In Legno, Sottomano, Memo

Ormai lo sanno anche i sassi. Le obbligazioni più sicure non rendono praticamente più nulla in termini nominali e men che meno in termini reali. Le politiche delle banche centrali combinate ad un mix storico di curva demografica, esplosione tecnologica e globalizzazione hanno portato i tassi di interesse a livelli mai visti. Mai visti? Ne siamo veramente sicuri?

Se in termini nominali è così, in termini reali gli Stati Uniti hanno visto tassi ben più bassi di quelli attuali. Dico questo perchè molto spesso si confonde la remunerazione offerta dalla cedola di un’obbligazione con quella della stessa cedola depurata dall’inflazione.

Se la mia obbligazione paga il 5% ogni anno e l’inflazione quell’anno è del 3%, in realtà il mio incasso “reale” in termine di interesse attivo è 2% al netto della perdita di potere d’acquisto.

Continua a leggere

Pensione, una cornice (non esaltante) tutta da riempire

Abbiamo oggi il piacere di condividere con i nostri lettori un bell’articolo dal titolo “Pensione: cosa dovresti sapere prima che sia troppo tardi”  pubblicato sul blog Guidaglinvestimenti. Guidaglinvestimenti è un blog di investimenti e crescita personale scritto da Francesco e Marta  per condividere esperienze e “allenarsi” insieme ai propri lettori alla crescita costante.

L’argomento è sempre di grande interesse e di nome fa pensioni. Un ottimo quadro generale disegnato dai nostri amici blogger sarà utile per capire il fenomeno e prendere le opportune contromisure. Buona lettura! Continua a leggere

Perchè ho chiuso (per ora) con il Social Lending

Le idee migliori spesso nascono da fallimenti, almeno così si dice.

A volte anche gli investimenti migliori nascono dai flop e la mia esperienza con il crowdfunding, o meglio sarebbe dire con il social lending, è un misto di delusione e consapevolezza che ci saranno in futuro delle nuove opportunità. Non ora però.

Ho capito come si fa ad investire nel social lending ed i difetti hanno superato i pregi per quello che riguarda la mia esperienza personale.

Partito bello carico per le nuove avventure in Housers circa due anni e mezzo fa, poi seguite da Mintos, quello che è successo dopo (e ben prima del Covid -19) mi ha fatto ritornare  alla realtà confermando come NON si può vivere di rendita (ma nemmeno mettere giù un piano di investimento) con questo genere di iniziative. Continua a leggere

Investire con buon senso va in vacanza 2020

2020, anno che i libri di storia ricorderanno per tanto tempo.

La pandemia che ha sorpreso il mondo intero ad inizio anno non è ancora stata debellata e vinta. Quel sereno che in tanti attendevano in estate per riacquistare la libertà di un tempo, purtroppo non è arrivato. Le nubi all’orizzonte sono ancora tante ed il Covid-19 sta ormai dilagando a livello globale. Fortunatamente alle nostre latitudini non provoca grandi danni fisici, ma la guardia non può ancora essere abbassata in vista dell’inverno.

Dopo settimane di lockdown tra le mure domestiche, dopo mesi di smart working (per chi lo ha fatto), c’è comunque voglia di respirare aria fresca e stare all’aperto, naturalmente senza assembramenti.

Ed allora quest’anno le nostre vacanze saranno tutte italiane. Il denaro messo da parte per qualche bel viaggio in giro per il mondo verrà in parte risparmiato in attesa di un 2021 speriamo più fortunato.

Nelle situazioni complesse e negative è sempre opportuno cercare la semplicità e la positività. Continua a leggere