Bastano 50 Euro al Mese

Capisco le difficoltà dei ragazzi di oggi  nel considerare il risparmio come una priorità, non tanto perché sono indisciplinati (finanziariamente parlando) o poco predisposti al sacrificio (l’anticamera da precari che stanno vivendo in questi anni è un esercizio da fisico bestiale), ma semplicemente perché il reddito disponibile che si ritrovano a disposizione (avendo la fortuna di lavorare) è molto modesto e di conseguenza il risparmio non può che essere molto marginale.

50Giustamente un 25 enne che si laurea e comincia a lavorare vuole sentirsi autonomo dal punto di vista finanziario e chiedergli di accantonare una consistente fetta di denaro con la prospettiva di farlo per 40 anni o oltre è semplicemente utopia.
Prendo spunto da questo articolo di Advisoronline  nel quale vengono citati i motivi per cui la cosiddetta generazione Y risparmia. Continua a leggere

Bastano 50 Euro al Mese

Riproponiamo un articolo che pensiamo possa essere sempre d’attualità soprattutto in momenti in cui risparmiare è sempre più complicato. Ci scusiamo con i lettori più anziani ma ogni tanto riprendere in mano alcuni concetti può servire per investire con maggiore lucidità. Buona lettura.

Capisco le difficoltà dei ragazzi di oggi  nel considerare il risparmio come una priorità, non tanto perché sono indisciplinati (finanziariamente parlando) o poco predisposti al sacrificio (l’anticamera da precari che stanno vivendo in questi anni è un esercizio da fisico bestiale), ma semplicemente perché il reddito disponibile che si ritrovano a disposizione (avendo la fortuna di lavorare) è molto modesto e di conseguenza il risparmio non può che essere molto marginale.

50Giustamente un 25 enne che si laurea e comincia a lavorare vuole sentirsi autonomo dal punto di vista finanziario e chiedergli di accantonare una consistente fetta di denaro con la prospettiva di farlo per 40 anni o oltre è semplicemente utopia.
Prendo spunto da questo articolo di Advisoronline  nel quale vengono citati i motivi per cui la cosiddetta generazione Y risparmia. Continua a leggere

Per 1 Milione di Euro

Libro consigliato per l’estate: Shiller – Akerlof: Ci prendono per fessi. L’economia della manipolazione e del’inganno

Nel post Obiettivo…diventare Milionari avevamo già visto cosa bisogna fare per raggiungere questo obiettivo. Non è impossibile, ma ci vogliono un mix di fortuna e capacità professionale a cui abbinare una gestione delle proprie ricchezze oculata e di buon senso. Serve fortuna nel durante della propria carriera lavorativa, ma serve fortuna anche negli investimenti, inutile negarlo. Nulla è garantito (anche comprando un titolo obbligazionario  a 30 anni con cedola non sapete quante “realmente” otterrete visto che l’inflazione futura è sconosciuta) e la storia non necessariamente indica la strada futura. Continua a leggere

Bastano 50 Euro al Mese

Libro consigliato per l’estate: Jeremy Siegel – Rendimenti finanziari e strategie d’investimento. I titoli azionari nel lungo periodo

Capisco le difficoltà dei ragazzi di oggi  nel considerare il risparmio come una priorità, non tanto perché sono indisciplinati (finanziariamente parlando) o poco predisposti al sacrificio (l’anticamera da precari che stanno vivendo in questi anni è un esercizio da fisico bestiale), ma semplicemente perché il reddito disponibile che si ritrovano a disposizione (avendo la fortuna di lavorare) è molto modesto e di conseguenza il risparmio non può che essere molto marginale.

50Giustamente un 25 enne che si laurea e comincia a lavorare vuole sentirsi autonomo dal punto di vista finanziario e chiedergli di accantonare una consistente fetta di denaro con la prospettiva di farlo per 40 anni o oltre è semplicemente utopia.
Prendo spunto da questo articolo di Advisoronline  nel quale vengono citati i motivi per cui la cosiddetta generazione Y risparmia. Continua a leggere

Per 1 Milione di Euro

Nel post Obiettivo…diventare Milionari avevamo già visto cosa bisogna fare per raggiungere questo obiettivo. Non è impossibile, ma ci vogliono un mix di fortuna e capacità professionale a cui abbinare una gestione delle proprie ricchezze oculata e di buon senso. Serve fortuna nel durante della propria carriera lavorativa, ma serve fortuna anche negli investimenti, inutile negarlo. Nulla è garantito (anche comprando un titolo obbligazionario  a 30 anni con cedola non sapete quante “realmente” otterrete visto che l’inflazione futura è sconosciuta) e la storia non necessariamente indica la strada futura. Continua a leggere

Bastano 50 Euro al Mese

Capisco le difficoltà dei ragazzi di oggi  nel considerare il risparmio come una priorità, non tanto perché sono indisciplinati (finanziariamente parlando) o poco predisposti al sacrificio (l’anticamera da precari che stanno vivendo in questi anni è un esercizio da fisico bestiale), ma semplicemente perché il reddito disponibile che si ritrovano a disposizione (avendo la fortuna di lavorare) è molto modesto e di conseguenza il risparmio non può che essere molto marginale.

50Giustamente un 25 enne che si laurea e comincia a lavorare vuole sentirsi autonomo dal punto di vista finanziario e chiedergli di accantonare una consistente fetta di denaro con la prospettiva di farlo per 40 anni o oltre è semplicemente utopia.
Prendo spunto da questo articolo di Advisoronline  nel quale vengono citati i motivi per cui la cosiddetta generazione Y risparmia. Continua a leggere

Quando il Sangue Corre nelle Strade Finanziarie

Recentemente Meb Faber sul suo blog ha ripreso un vecchio studio del 2008 denominato “Blood in the Streets”, ovvero sangue nelle strade.
Erano i tempi della crisi legata ai mutui subprime e Faber in quel modo voleva sostenere la validità nel lungo periodo del principio della cosiddetta “mean reversion”, il ritorno verso la media. Aveva ragione vedendo i risultati a posteriori di quello che è successo. Continua a leggere

Bastano 50 Euro al Mese

Capisco le difficoltà dei ragazzi di oggi  nel considerare il risparmio come una priorità, non tanto perché sono indisciplinati (finanziariamente parlando) o poco predisposti al sacrificio (l’anticamera da precari che stanno vivendo in questi anni è un esercizio da fisico bestiale), ma semplicemente perché il reddito disponibile che si ritrovano a disposizione (avendo la fortuna di lavorare) è molto modesto e di conseguenza il risparmio non può che essere molto marginale.

50Giustamente un 25 enne che si laurea e comincia a lavorare vuole sentirsi autonomo dal punto di vista finanziario e chiedergli di accantonare una consistente fetta di denaro con la prospettiva di farlo per 40 anni o oltre è semplicemente utopia.
Prendo spunto da questo articolo di Advisoronline  nel quale vengono citati i motivi per cui la cosiddetta generazione Y risparmia. Continua a leggere