I Guardoni degli Investimenti

binocolo

Quante volte guardate le performances del vostro portafoglio? Questa è una domanda che ogni consulente finanziario dovrebbe fare al proprio cliente per capire veramente qual è il profilo di rischio ma soprattutto lo stato di ansia che caratterizzerà ogni operazione da quel momento in avanti. Uno studio di SigFig ha verificato che, tra gli investitori americani che utilizzavano il suo software di portafoglio, mediamente una consultazione dell’andamento dello stesso avveniva 8 volte al mese. Continua a leggere

Memoria Storica di Buon Senso

Nel post di oggi vorrei condividere con voi un’attività ricorrente che faccio ogni tre mesi e che reputo assolutamente di buon senso oltre che utile per estraniarmi dal rumore di giornali e blog specializzati di finanza.
Ogni trimestre prendo il mio database di indici Msci e ne valuto l’andamento storico. In particolare mi disinteresso della volatilità e mi concentro solamente sulla performance assoluta e di conseguenza del tasso di rendimento composto (CAGR). I parametri temporali sono diversi, ma oggi a titolo di esempio vi porto quelli a 5 e 15 anni sui principali indici settoriali ed aree geografiche. Come vedremo insieme questo esercizio molto semplice dispone di una grande dose di realismo.
Partiamo dalle performances a 5 anni approfittando del fatto che ci celebra il poderoso rally delle borse europee arrivate a massimi storici con lo Stoxx 600. Continua a leggere

Il Messaggio in Bottiglia del Price Earning di Shiller

Uno degli indicatori di valutazione relativa del mercato azionario più seguito negli ultimi anni è certamente il CAPE di Robert Shiller. CAPE sta per Ciclically Adjusted Price Earnings Ratio ed ha trovato spazio per merito del suo autore e della sua capacità di prevedere lo scoppio delle recenti bolle speculative.

bottle
Shiller, per determinare questo parametro, parte dal classico rapporto Prezzo / Utili di un indice azionario e lo aggiusta per il ciclo economico in atto in modo da renderlo più realistico. Per ottenere il CAPE, Shiller prende per esempio il prezzo dello S&P500 e lo divide per la media degli utili degli ultimi 10 anni.
Fonte Reseach Affiliates ecco i CAPE delle principali borse mondiali. Continua a leggere