Se la Storia Non si Ripete

Due ottimi articoli che possono servire a smontare qualche certezza riportando alla realtà molti investitori (o consulenti) sognatori.
Il primo articolo arriva da BusinessInsider.com L’analista di Citi Jonathan Stubbs ha raggruppato in un grafico alcune delle principali correzioni azionarie dei mercati azionari mondiali. Si va dalla Grecia, al Nasdaq fino ai mercati emergenti. Tutti hanno la caratteristica di aver visto evaporare almeno la metà del loro valore. In alcuni casi tutte le perdite sono state recuperate, in altri casi siamo ancora ben lontani. Continua a leggere

Le Medie Storiche Non Battono Quasi Mai l’Ora Giusta

Non ha nessuna utilità previsionale ma quando diciamo sempre che ogni investimento deve essere fatto tenendo conto delle attese di rendimento ecco che certe mappe grafiche aiutano in tal senso.
Gli analisti americani di Bespoke.com si pongono la classica domanda da 1 milione di Dollari, il bull market americano è finito?
Ovviamente non c’è risposta certa, ma è evidente che per i prossimi anni i possessori di azioni non dovrebbero di certo nutrire attese di rendimento da doppia cifra percentuale all’anno.
Realisticamente si potrebbe parlare di un 5%-6% nominale (quindi al lordo di tasse e costi) ma con tanta volatilità. Mai come in questo momento per un giovane investitore ha senso partire con un Piano di Accumulo di lungo periodo, anche perché i cosiddetti “drawdown” (o scivoloni all’italiana) temo saranno frequenti e questa piccola porzione di 2016 ne è un esempio.
Tornando al tema dei massimi di mercato sulla borsa americana; noi abbiamo già fatto qualche ipotesi in questo post circa le conseguenze future qualora fossero stati veramente toccati i massimi, ma Bespoke ci mostra in tutta la sua chiarezza grafica lo stato dell’arte.
Continua a leggere