Grafico della Settimana: Azioni Grecia

Continuano i post che mirano a mettere in evidenza gli andamenti grafici più interessanti ed originali di asset finanziari assolutamente replicabili da ogni investitore tramite fondi/ETF/ETC/Azioni/Obbligazioni/Valute.

La speranza è che questi spunti possano essere di aiuto nelle scelte di investimento presenti e future.

I grafici, per volontà dell’autore, non saranno commentati proprio perchè verranno selezionati solo quelli che “parlano da soli”.

Questa settimana presentiamo l’indice azionario di Atene rappresentativo delle società quotate sulla borsa greca. Siamo tornati ai livelli del 2012 che altro non erano che quelli del 1992. Occasioni clamorosa o segno che la tragedia greca sta per tornare in scena?

grecia

L’ennesimo Inutile Evento Eccezionale

Torniamo a parlare dei tassi di interesse americani. Le analisi sulle conseguenze del rialzo del costo del denaro negli Stati Uniti si sprecano tra gli analisti mondiali (ne abbiamo parlato anche qui), ma anche quest’anno c’è il serio rischio che le previsioni vengano “cannate” come nel 2014.
Con un dollaro così forte e le tensioni sui mercati finanziari legate a Grecia e Cina, appare complicato per la Fed cominciare il processo di “hiking” nel corso di quest’anno ed il dubbio che si sta insinuando nella mente di diversi analisti è che non solo stiamo vivendo momenti eccezionali ma anche che ogni previsione è impossibile. Continua a leggere

Tanto per cambiare…un pò di Grecia

Il tema Grecia è ovviamente d’attualità e presenta molte spine per un’Europa incapace di mostrarsi unita di fronte ai problemi. Come sempre succede in questi casi si aprono gli schieramenti tra chi recrimina sovranità compreso il diritto di ogni popolo nazionale di decidere le sorti del proprio destino e chi invece cita l’Euro come un processo irreversibile che ha come fine ultimo l’unione fiscale e politica.
Qui sta il nodo principale, decidere cosa fare da grandi. Fino a quando il mondo gira dal verso giusto si può far tardi la sera, avere comportamenti finanziari un po’ allegrotti, ottenere prestiti a destra e a manca per mantenere un tenore di vita elevato, ma quando la crisi arriva bisogna affrontare con umiltà e modestia gli eventi. Mi fermo qui e vi lascio con due articoli ben fatti. Continua a leggere

Vi racconto una storia

grecia

Ognuno è libero di farsi un’opinione sulla questione greca e la mia idea vorrei raccontarla come una piccola storia di famiglia. Seguitemi allora.

Esiste una grande famiglia di nome Euro, veramente numerosa e che vive insieme ormai da 16 anni. In questa famiglia vive un figlio di nome Greece particolarmente sfigato (non è il solo), sprecone (non è il solo), disordinato (non è il solo) e che da qualche mese a questa parte litiga con genitori, fratelli e sorelle (per ora è il solo). Sarà la crisi adolescenziale dei 16 anni, ma da qualche tempo a questa parte risponde sempre NO.

Ma per quale motivo dopo tanti anni insieme l’armonia si è rotta?

Da un po’ di tempo, quando a casa Euro entrano conoscenti vicini e lontani il suo comportamento destabilizza tutto l’ambiente. Ad un certo punto gli amici si stancano di questo atteggiamento da cialtrone e trovano poco gradevole passare del tempo con gli altri componenti della famiglia. Continua a leggere

Siete Pronti per le Montagne Russe?

russeIl grande pregio del mercato azionario è quello di passare molto più tempo in fase rialzista che in quella ribassista. Il grande difetto del mercato azionario è che quella breve fase ribassista spesso e volentieri è ricca di forte volatilità andando così a colpire direttamente il punto più debole di un portafoglio di investimento, ovvero la riga del deposito titoli. Quando cominciano ad apparire dei segni rossi nella colonna performance ci si sente ancora sicuri di sé, poi questi segni rossi aumentano fino quasi a completare l’intera pagina ed è qui che l’investitore medio molla la presa commettendo spesso e volentieri un grosso errore. Continua a leggere