L’eterna Voglia di Stupire

Interessante (come sempre) articolo di Eric D.Nelson sul blog Servowealth.com. Eric prende le “profezie” di Bill Gross come punto di partenza nella solita annosa discussione se investire vuole dire buttare denaro sul mercato senza intervenire mai, oppure mirare al massimo obiettivo cercando il market timing giusto.

servo
Come sempre la verità sta nel mezzo, ma è molto interessante notare come dei guru si tende sempre a ricordare le imprese memorabili, quello con il botto per intendersi, dimenticando i numerosi e piccoli errori previsionali che negli anni inevitabilmente hanno costellato la carriera di strategist come Bill Gross.

L’eterna voglia di stupire di queste persone alla fine rischia di diventare un boomergang quando la fortuna smette di fornire un contributo positivo.

Continua a leggere

Tanto Fumo per Tutti

Non è per sparare sulla croce rossa, ma sinceramente quando si leggono certe analisi fatte da società finanziarie che perdono palate di soldi mi viene sempre da pensare che siamo di fronte ad una fuga dalla realtà. Deutsche Bank vanta un’ottima struttura di ricerca finanziaria, ma allora perché la banca non ha evitato la crisi del 2008 e perché non ha moltiplicato gli utili finanziari negli ultimi anni di generoso bull market per compensare le perdite di altri settori aziendali non così proficui?
L’analisi a cui faccio riferimento è questa in cui vengono mostrati due grafici dai quali, secondo gli analisti della banca tedesca, si desume che mettendo assieme le valutazioni di bond, azioni e case degli ultimi 200 anni siamo prossimi a dei massimi storici. Continua a leggere

Ma come? I Guru non ci avevano raccontato un’altra storia?

A volte ricordare serve per fissare nella mente ciò che deve essere degno di attenzione oppure no.
In questo post il 29 dicembre del 2014 pubblicammo quelle che erano le previsioni su borsa e tassi americani per il 2015. Dopo 10 mesi possiamo vedere quale affidabilità hanno questi signori impomatati e con i gemelli ai polsini delle camicie.
Vi rimando direttamente a questo link per avere il dettaglio e vedere le foto di questi signori sorridenti che continuano a percepire stipendi milionari per sparare numeri molto approssimativi (per essere buoni) alla fine di ogni anno…e li chiamano “strategist”. Continua a leggere