Come investire i primi 10 mila euro

L’aspetto positivo di partecipare alle discussioni di Reddit sul tema finanza personale (a proposito chi vuole seguirci ci trova qui come u/Investbuonsenso ) è quello di poter avere un posto privilegiato per osservare le richieste degli utenti che vanno per la maggiore.

Essendo un’ambiente frequentato prevalentemente dalle nuove generazioni i quesiti sono in buona parte indirizzati verso il tema come investire piccole cifre, diciamo dai 5 ai 10 mila euro.

Piccole cifre per chi ha già maturato un capitale importante, ma grandi cifre per chi ha appena cominciato il lungo viaggio da investitore. Sono i primi mattoni di una casa che si spera possa diventare con il tempo solida, ricca e fortunata. Giustamente il frutto dei sacrifici deve essere protetto e coccolato.

Le risposte che leggo su Reddit si spaccano sostanzialmente in due. Metti da parte l’intero capitale come scorta di sicurezza. Oppure, sei giovane e quindi investi tutto in un bel ETF di Vanguard azionario.

Concettualmente sono corrette entrambe ma all’atto pratico, a mio modo di vedere, sono sbagliate entrambe perché manca un’appendice necessaria.

Cercherò di spiegarmi meglio con un esempio.

Continua a leggere

Giochi Matematici per Ragazzi e Pensionati

La percezione di quanto possa essere importante cominciare a risparmiare ed investire molto presto anagraficamente parlando oppure la necessità di proteggere i propri capitali quando si giunge nella fase di godimento del risparmio accumulato a volte risulta poco prioritaria nella mente dei risparmiatori.
Con qualche semplice esempio matematico cerchiamo di dimostrare come basta solo un po’ di buon senso per arrivare a capire questi concetti.
Prendiamo ad esempio i rendimenti annui della borsa americana degli ultimi 15 anni. Supponiamo di partire con un capitale di 100 mila Euro tenendo investito fino a scadenza senza prelevare o apportare ulteriore denaro. La tabella di sinistra mostra la progressione del montante fino al 31 dicembre 2014; 186.428 Euro per un rendimento annuo medio del 6,1%. Continua a leggere