Premiare il Rischio

premio

Ricerca di Norges Bank  molto interessante sul premio al rischio offerto dal mercato azionario nella storia dell’ultimo secolo di mercati finanziari.

Dal 1900 al 2014 le borse americane hanno permesso ad 1 dollaro investito in azioni di generare un rendimento 38 volte più alto di un’obbligazione governativa a lunga scadenza e 120 volte più ampio di un prodotto governativo a breve termine. Pur in condizioni di volatilità molto diverse, l’azionario ha offerto un rendimento superiore di 4.5% all’anno rispetto alle obbligazioni e di 5.7% annuo rispetto alla liquidità. Questo differenziale si chiama premio per il rischio, ovvero quanto il mercato riconosce a coloro che hanno deciso di sopportare la volatilità dei rendimenti, quindi il rischio di trovarsi in perdita durante il periodo dell’investimento.

1

Credo che il significato di un investimento azionario sta tutto qui. Sono disposto a correre rischi per avere questo premio? Se sì allora è un mercato che fa sempre per me, se no meglio lasciare perdere ed accontentarsi. Continua a leggere

Se la Storia Non si Ripete

Due ottimi articoli che possono servire a smontare qualche certezza riportando alla realtà molti investitori (o consulenti) sognatori.
Il primo articolo arriva da BusinessInsider.com L’analista di Citi Jonathan Stubbs ha raggruppato in un grafico alcune delle principali correzioni azionarie dei mercati azionari mondiali. Si va dalla Grecia, al Nasdaq fino ai mercati emergenti. Tutti hanno la caratteristica di aver visto evaporare almeno la metà del loro valore. In alcuni casi tutte le perdite sono state recuperate, in altri casi siamo ancora ben lontani. Continua a leggere