Lending Crowdfunding, vi spiego come funziona October (recensione parte prima)

Come sanno bene i lettori che seguono da tempo i miei articoli sul blog Investireconbuonsenso.com, il crowdfunding, o meglio il lending crowdfunding, è un tipo di investimento che sto seguendo con particolare attenzione.

Consapevole che ad alti rendimenti promessi corrispondono alti rischi, consapevole anche degli ostacoli che si incontrano mettendo denaro sulle piattaforme di lending crowdfunding, ho comunque deciso di diversificare le mie fonti di reddito passivo investendo una piccola porzione dei miei risparmi in diverse piattaforme europee leader del settore.

Di recente mi sono imbattuto in una piattaforma che conoscevo già da qualche anno, ma che dopo un’operazione di rebranding, si è affacciata di nuovo in modo piuttosto convinto sul mercato italiano del lending crowdfunding.

Sto parlando di October, una piattaforma che come vedremo può essere approcciata anche dal piccolo investitore. E’ possibile infatti effettuare prestiti minimi a partire da 20 Euro.

Continua a leggere

Quali sono i migliori investimenti per vivere di rendita? #3

vivere di rendita

Nelle settimane scorse uno dei più celebri blog americani che tratta il tema di come raggiungere l’indipendenza finanziaria, ha pubblicato una sua personale classifica di quali sono gli investimenti utili per poter approdare al porto sicure del vivere di rendita.

Il blog è Financial Samurai.

La classifica è stata stilata sulla base di 5 indicatori. Rischio, Rendimento, Fattibilità, Liquidità e Grado di Attività. Questi indicatori sono stati misurati da 0 a 10. Più alto è il punteggio più alto è il vantaggio. Quindi 10 sulla voce rischio significa nessun rischio, 10 sulla fattibilità significa che tutti possono realizzare quell’investimento, 10 sull’attività significa che con poco sforzo si ottiene il risultato. Se invece troviamo uno zero sulla liquidità significa che quell’investimento è difficilmente smobilizzabile in pochi giorni.

Gli investimenti finanziari valutati  da Financial Samurai per raggiungere l’indipendenza finanziaria sono stati 8.

Certificati di deposito bancari, obbligazioni, immobili fisici, prestiti peer to peer, dividendi azionari, private equity, real estate crowdfunding, attività personali.

Ovviamente in America ognuno di questi settori ha un’offerta maggiore rispetto a quella che possiamo trovare in Italia, ma possiamo comunque cercare di calare questa proposta nell’universo investibile disponibile per un italiano e vedere se il ranking di Financial Samurai può trovarci d’accordo o meno.

Intanto ecco lo score finale del blogger americano. Continua a leggere