Il gioco delle illusioni

finanza e illusione

Prendete un mondo di tassi negativi con tanto, ma tanto risparmio desideroso di investire ed accrescere il proprio valore. Prendete un mercato di ETF in crescita esponenziale che offre di tutto e di più. Infine prendete una cultura finanziaria non elevatissima che si combina a tutto quello che vi ho detto prima.

Il risultato sarà un cocktail di denaro che finirà su strumenti di investimento che promettono tanto, ma dopo i classici conti della serva, manterranno veramente poco.

Naturalmente la lista di questi prodotti dall’alto rendimento è lunga e nonostante il mercato ci sta dicendo che per essere sicuri di non perdere capitale… bisogna perderlo (scusate il gioco di parole), i risparmiatori non accettano questa realtà ed invece di abbassare le attese di rendimento del portafoglio investito preferiscono cercare le scorciatoie. Continua a leggere

Annunci

La Bce (e Draghi) ha Perso il Contatto con la Realtà

ecbSiamo alla vigilia dell’attesissimo meeting BCE del 10 marzo. Draghi probabilmente taglierà ancora una volta i tassi sui depositi bancari già negativi di 30 punti base. Chi vi scrive è fortemente critico su questo tipo di politica monetaria assolutamente incapace di riportare inflazione e soprattutto la fiducia.  E’ verissimo sono i Governi che devono fare le politiche economiche per generare lavoro, investimenti e di  conseguenza i consumi. Ed è altrettanto vero che la Banca Centrale deve creare le condizioni adeguate per permettere alla moneta di circolare più velocemente ed a condizioni favorevoli, almento in un contesto stagnante come quello attuale.

Come ogni esperimento ( e questo lo è) un rischio è quello di perdere il controllo di quello che si sta facendo oppure di perdere il contatto con la realtà;  secondo me il board di Francoforte ha perso proprio il contatto con il mondo reale. Continua a leggere

Fondi Low Duration o Duration Hedged?

Il mercato dei prodotti gestiti obbligazionari, ETF o fondi che sia, propone oggi agli investitori diverse alternative o meglio strategie di investimento per cercare di cavalcare il momentum giusto e massimizzare il proprio rendimento. Ne abbiamo già parlato in diverse occasioni e sappiamo che un investitore che ha orizzonti temporali lunghi non deve stare a perdere tempo in queste “distrazioni”, ma adesso una ricerca di Pimco sembra fare chiarezza anche sulle strategie di più corto respiro.

Quando si investe in bond abbiamo di fronte fondamentalmente due scenari di duration, quella classica da benchmark solitamente medio lunga e quella cosiddetta “short duration” generata da titoli con scadenza generalmente molto breve. Negli ultimi anni i derivati sono arrivati anche dalle parti degli investitori al dettaglio e quindi sono nati tanti prodotti con duration “hedged”, ovvero con il rischio duration sostanzialmente limitato tramite coperture con futures. Supponendo di avere un investimento o un fondo con Continua a leggere