Aumentare la propria ricchezza in due semplici mosse

RICCHI IN POCHE MOSSE

Titolo che in apparenza sembra ridurre in modo semplicistico un esercizio che milioni di consulenti finanziari, gestori di fondi, guru dell’economia, cercano di fare con fatica enorme ogni giorno.

Se però usciamo un attimo dall’esercizio di come investire i nostri soldi per diventare ricchi, ma ci focalizziamo su quali sono i due elementi che modificano la nostra bilancia della ricchezza, capiamo subito che l’esercizio non è complesso.

Leggi anche: 9 Euro al giorno per 65 anni vi renderanno (forse) milionari

Si diventa più ricchi aumentando le entrate e diminuendo le uscite. Tutto qui.

Qualcuno sorriderà, altri chiuderanno questo articolo prima di andare avanti, ma se ci pensiamo bene basta fare in modo che questa differenza tra entrate ed uscite ogni anno risulti positiva. Indipendentemente da come andranno i mercati finanziari risulteremo più ricchi anno dopo anno. E considerando che i tassi obbligazionari in Europa stanno a zero (o sottozero), anche solo l’1% di risparmio in più vi offrirà un rendimento migliore dell’attuale panorama dei bond a basso rischio.

Aumentare le entrate non è facile, ma si può sempre provare. Lavoro e rendite finanziarie o immobiliari possono essere due fonti importanti.

Ridurre le uscite non è facile, ma se non siamo già in una situazione di povertà, basta pensare a quante cose inutili compriamo ogni settimane per semplificare e di parecchio questa complessità. Continua a leggere

Annunci

I 3 articoli più letti del 2018 su Investireconbuonsenso.com #2

Proseguiamo nella nostra mini serie di articoli 2018 più letti sul nostro blog. In tempi in cui il reddito di cittadinanza pare essere la soluzione di molti problemi, forse sarebbe più opportuno educare le persone (soprattutto giovani) a risparmiare invece che foraggiare misure che in molti casi sanno tanto di assistenzialismo. Nel 2019 parleremo molto di FIRE (Financial Indipendence, Retirement Early), ma intanto come antipasto…

Quanti soldi servono per essere felici?

 

Nelle settimane scorse è uscito questo articolo.

Non sappiamo se effettivamente sono 77 mila gli Euro di reddito annuo che fanno la felicità di una persona, qualcosa di più o qualcosa di meno. A nostro modo di vedere questo importo è difficile da stimare poichè i valori, lo stile di vita, la cultura, il tessuto sociale di ogni persona rendono questo importo variabile. E’ comunque indubbio che 77 mila Euro all’anno offrono una grande tranquillità, sia in età lavorativa che durante la pensione.

Già la pensione. Ma quanti risparmi servirebbero se a 65 anni decidessi di andar in pensione ed avere a disposizione 77 mila Euro all’anno?

Sono 2,3 i milioni di Euro necessari e per 30 anni (quindi fino ai 95) potrete tranquillamente prelevare 77 mila Euro e vivere ricchi e sereni. Continua a leggere

Quanti soldi servono per essere felici?

Nelle settimane scorse è uscito questo articolo.

Non sappiamo se effettivamente sono 77 mila gli Euro di reddito annuo che fanno la felicità di una persona, qualcosa di più o qualcosa di meno. A nostro modo di vedere questo importo è difficile da stimare poichè i valori, lo stile di vita, la cultura, il tessuto sociale di ogni persona rendono questo importo variabile. E’ comunque indubbio che 77 mila Euro all’anno offrono una grande tranquillità, sia in età lavorativa che durante la pensione.

Già la pensione. Ma quanti risparmi servirebbero se a 65 anni decidessi di andar in pensione ed avere a disposizione 77 mila Euro all’anno?

Sono 2,3 i milioni di Euro necessari e per 30 anni (quindi fino ai 95) potrete tranquillamente prelevare 77 mila Euro e vivere ricchi e sereni. Continua a leggere

I Millennials, Ferrari Ferme in Garage

A volte si ha la fortuna (o sfortuna dipende dai punti di vista) di vivere momenti storici di grandi cambiamenti. Non so se la crisi del 2007-2008 rappresenta un punto ideale di spartiacque ma è chiaro che da quel momento sono cambiate delle tendenze secolari dando il via ad aggiustamenti finanziari e sociali che stanno avendo conseguenze notevoli.
Dei Millennials ne abbiamo già parlato qui, ma la generazione degli attuali ventenni deve fare i conti con un paesaggio che non è più quello visto dai genitori. Globalizzazione e nuove tecnologie offrono incredibili nuove opportunità, ma chiudono la porta ad un mondo a cui tutti quanti eravamo abituati e questo è un problema senza ombra di dubbio. Continua a leggere

L’ottava Meraviglia del Mondo, un Luogo che Ogni Giovane Dovrebbe Vedere

Quando risparmiamo una certa somma di denaro lo facciamo per scopo precauzionale in vista di eventi imprevisti, oppure perché abbiamo preventivato a breve una spesa certa, oppure ancora perché vogliamo creare le premesse, tramite un investimento finnziario, per disporre più avanti nel tempo di una somma superiore a quella versata da poter utilizzare durante la pensione, per acquistare una casa, per permettere ai figli di frequentare l’università, ecc…
Il risparmio accantonato potrà crescere nel corso del tempo qualora gli investimenti si rivelino azzeccati e redditizi e la percentuale di crescita annua che otterremo dal capitale destinato a questo scopo rappresenterà il rendimento medio.
Gli utili generati sul capitale investito, anno dopo anno, aumentano il cosiddetto montante, ovvero l’importo totale (capitale versato + interessi) sul quale l’anno successivo verranno calcolati gli interessi creando quello che lo stesso Einstein definì l’ottava meraviglia del mondo, l’interesse composto.

einstein
Cercherò con dei numeri di farvi capire che Einstein aveva effettivamente ragione dimostrando come i vostri risparmi in un arco di tempo medio lungo possono veramente “moltiplicarsi esponenzialmente”. Continua a leggere