Più Tecnologia Meno Produttività

Mentre il mondo impazzisce per l’innovazione tecnologica ed i suoi benefici presenti e futuri, mentre il mondo si interroga del perché tassi ed inflazione non ripartono, mentre gli investitori si interrogano sui rendimenti potenziali da investimento che saranno in grado di catturare in futuro, due grafici possono fornire una parziale risposta, almeno secondo il sottoscritto.

Il primo grafico indica i tassi di variazione della produttività americana dal dopoguerra ad oggi. La robotica, internet, le biotecnologie e tantissime altre innovazioni che la tecnologia sta apportando stanno in realtà producendo il più basso tasso di variazione della produttività dalla fine degli anni ’70. Ma come? Le macchine non dovrebbero produrre di più con meno costi e maggiore velocità? Evidentemente per ora non è così, anzi allo stato attuale i numeri dicono l’esatto contrario. Continua a leggere

Annunci

Il Futuro Demografico sotto un altro Punto di Vista

religSapete che ritengo la variabile demografica molto importante ed i tre post che abbiamo pubblicato testimoniano questo interesse. In fondo molte delle prospettive economiche a cui i mercati finanziari andranno incontro nei prossimi anni (inflazione, utili aziendali, richiesta di denaro, tassi di crescita economica) si dovranno scontrare con le dinamiche di popolazione di un mondo sempre più automatizzato e popoloso. Se si fanno progetti di investimento di lungo periodo credo che non possano non andarsi ad intersecare con le dinamiche demografiche. Continua a leggere