I migliori articoli di Investire con Buon senso sul tema Vivere di Rendita

vivere di rendita

Come sempre ad agosto cerchiamo di non abbandonare i nostri lettori e così quest’anno vogliamo proporre i link agli articoli più interessanti per ciascun argomento.

In questo modo chi è interessato al tema da questo post potrà navigare all’interno del sito con maggiore facilità e soprattutto mirando diretto all’argomento di interesse.

Questa settimana parliamo del tema Vivere di Rendita. Buona lettura!

F.I.R.E. cos’è e come si raggiunge per vivere di rendita #1

3 modi per entrare nel club di chi vive di rendita #2

Quali sono i migliori investimenti per vivere di rendita? #3

La regola del 4% – Vivere di Rendita #4

Tra sogni e realtà – Vivere di Rendita #5

Continua a leggere

I migliori articoli di Investire con Buon senso sul tema Finanza Personale

finanza personale

Come sempre ad agosto cerchiamo di non abbandonare i nostri lettori e così quest’anno vogliamo proporre i link agli articoli più interessanti per ciascun argomento.

In questo modo chi è interessato al tema da questo post potrà navigare all’interno del sito con maggiore facilità e soprattutto mirando diretto all’argomento di interesse.

Questa settimana parliamo di Finanza Personale. Buona lettura!

La piramide dell’investitore

Semplicità e buon senso, i segreti del buon investitore stanno tutti qui

Piano di Accumulo (PAC), alla fine la soluzione di investimento migliore

Ribilanciare il portafoglio per ottimizzare rischio e rendimento

Come creare un piano di investimento

Come scegliere la giusta asset allocation

La fregatura del market timing Continua a leggere

I migliori articoli di Investire con Buon senso sul tema Finanza Comportamentale

finanza comportamentale

Come sempre ad agosto cerchiamo di non abbandonare i nostri lettori e così quest’anno vogliamo proporre i link agli articoli più interessanti per ciascun argomento.

In questo modo chi è interessato al tema da questo post potrà navigare all’interno del sito con maggiore facilità e soprattutto mirando diretto all’argomento di interesse.

Questa settimana parliamo di Finanza Comportamentale. Buona lettura!

Amica volatilità

Le sette regole d’oro di Jack Bogle

Investire con buon senso grazie ad un…cardiofrequenzimetro

Soldi ed emozioni

L’impatto dei guadagni

Tre cause di una bolla speculativa

Giusto rischio per cattivi momenti Continua a leggere

I migliori articoli di Investire con Buon senso sul tema Giovani Investitori

giovani e soldi

Come sempre ad agosto cerchiamo di non abbandonare i nostri lettori e così quest’anno vogliamo proporre i link agli articoli più interessanti per ciascun argomento.

In questo modo chi è interessato al tema da questo post potrà navigare all’interno del sito con maggiore facilità e soprattutto mirando diretto all’argomento di interesse.

Questa settimana cominciamo dal tema Giovani Investitori. Buona lettura!

L’ottava meraviglia del mondo, un luogo del mondo che ogni giovane dovrebbe vedere

Risparmiate fin da subito e con buon senso…vi conviene!

Ma quanto denaro mi servirà quanto sarò in pensione?

Sei un giovane investitore? Allora spera in un bel crash di mercato

Sei un giovane investitore? Allora spera in un bel rialzo dei tassi di interesse

Continua a leggere

Felicità e Soldi

Daniel Kahneman può essere definito il maestro per eccellenza della finanza comportamentale.  Ogni volta che ascolto un suo intervento trovo tanti spunti di riflessione.

E’ quindi con grande interesse che vi segnalo il monologo che lo stesso premio Nobel per l’economia ha tenuto per il canale video online Ted.com.

Cliccate sul video e scegliete i sottotitoli in italiano nell’icona in basso a destra.

Il video non è strettamente collegato alla finanza, ma parla di felicità. Felicità anche legata al denaro, al suo valore reale e percepito.

E’ vero che i soldi non fanno la felicità, ma indubbiamente aiutano nel tentativo di trovarla. E’ vero che i soldi non sono tutto nella vita, ma sarebbe ipocrita dire che non rappresentano delle solide fondamenta per vivere sereni. Chi nega il contrario è, a mio modo di vedere, un frustrato pieno di invidia oppure una persona priva di ogni forma di ambizione. Volenti o nolenti il genere umano è fatto per progredire, non per vivacchiare nell’apatia.

Personalmente ammiro chi si è fatto da sè creando imperi imprenditoriali. Lo ammiro ancora di più se svolge attività filantropiche. In fondo senza queste persone altre non potrebbero lavorare, avere una casa, una famiglia, ecc…Quando però entra in gioco l’ingordigia, la disonestà, la corruzione ritengo che il giudizio debba essere netto e soprattutto di esclusione. Non accetto che personaggi di questo genere possano dare qualsivoglia lezione alla gente comune e perbene.

Detto questo e tornando al video, magari non troverete spunti di investimento, ma per quello che mi riguarda vedrete ed ascolterete 20 minuti di alta qualità intellettuale. Buon ascolto.

 

Libri consigliati:Daniel Kahneman – Pensieri lenti e veloci (Saggi)

test

 

Amare sorprese

8

Post che vuole essere un semplice “pungolo” per ricordare l’importanza del risparmio. Ciò che è uscito recentemente da un sondaggio Ipsos Acri è abbastanza preoccupante.

Una famiglia italiana su 4 non sarebbe in grado di fare fronte a una spesa inaspettata di 1.000 euro con risorse proprie. Il dato emerge dal sondaggio curato da Ipsos e Acri in occasione della Giornata mondiale del Risparmio. Ad affrontare senza problemi l’imprevisto si dice pronto il 76% degli intervistati, con un miglioramento di 4 punti percentuali rispetto al 2015. Nel caso in cui la necessita’ salisse a 10.000 euro, saprebbero invece porvi rimedio appena 2 famiglie su 5, il 40%

Se ci pensiamo 1000 Euro sono veramente pochi soldi, tranquillamente recuperabili almeno da persone dotate di un reddito relativamente stabile. Probabilmente questo 25% è fatto di individui in condizioni di disagio (affitti, mutui, prestiti, ecc…) ma qualche punto percentuale di queste persone sono anche convinto che hanno le tasche bucate e si pongono il problema quando arriva.

Anche 10 mila Euro non sono una cifra mostruosa (una auto utilitaria di piccola cilindrata costa almeno questa cifra) e sapere che solo due famiglie su cinque saprebbero porvi rimedio è sconfortante.

Se poi, oltre a non avere questa cifra da parte pur avendone le possibilità economiche, siete tra coloro che assicurate contro il furto il vostro smartphone e non avete un’assicurazione seria sulla vita sentitevi quanto meno in colpa verso i vostri figli che rimarranno con il cerino in mano. A tal proposito vi consiglio di leggere questo post e soprattutto vedere il video in esso contenuto.

Per questo consiglio sempre, prima di avviare un qualsiasi piano di investimento, di generare una scorta di sicurezza a livello monetario in modo tale da avere pochissime possibilità di distrarre il piano di investimento dalle sue finalità.

L’unico aiuto che possiamo dare noi del blog è quello di ricordare i vari post che abbiamo dedicato al tema, sperando di offrire a qualcuno la giusta ispirazione. Buona lettura.

Un Euro guadagnato è un Euro risparmiato

Piccoli sacrifici, grandi risultati

Vi trovo 400 Euro da investire senza fare grandi sacrifici

La ruota di scorta

Demotivare per risparmiare

Il lungo viaggio di 100 Euro risparmiati

Bastano 50 Euro al mese

Se rinunciassi ad una cena al mese

Un ottimo metodo per imporre il risparmio in famiglia

Il Risparmio è un Gioco…da Ragazzi

Clipboard03

Ci sono tanti modi per far conoscere ai bambini il significato dei soldi. Ne abbiamo parlato qui, ma esistono in giro per l’Italia tanti bravi e volenterosi autori che creano libri o giochi capaci di catturare l’attenzione dei bambini e allo stesso tempo educarli al risparmio e all’uso consapevole del denaro.

Ringrazio pubblicamente Erga Edizioni per aver concesso al nostro blog la possibilità di provare il gioco ideato da Enzo Marciante e Carla Scarsi –  Risparmio… un gioco per ragazzi.

Due sezioni compongono il gioco. La prima è un viaggio storico che parte con gli albori dei primi denari fino ad arrivare ai giorni nostri dove la classica moneta metallica è evoluta in qualcosa di diverso e certamente più complesso. Interessanti alcune divagazioni in cui vengono citate  curiosità storiche che personalmente non conoscevo. Ad esempio l’origine della parola Pound. Se oggi la Sterlina inglese si chiama così è perchè agli inizi il suo valore coincideva con una libbra di argento. Continua a leggere