Quando il Rischio diventa Obbligatorio

I tempi cambiano e forse anche l’industria del risparmio gestito (soprattutto quella che ruota attorno ai fondi pensione/assicurazioni) dovrà cambiare mentalità, questo appare inevitabile alla luce dei recenti andamenti dei mercati finanziari.

Le promesse fatte negli anni passati in termini di rendimento atteso (o garantito) per centrare determinati obiettivi di rendita nella fase post lavorativa in cui si potranno godere i frutti dell’accumulazione precedente, difficilmente potranno essere mantenute. Anche assumendosi più rischi appare veramente dura rispettare “promesse” che i fondi pensione americani quantificano ancora in percentuali di rendimento del 7/8% annuo. Ovviamente la stima di rendimento è un qualcosa di soggettivo, ma poi deve essere rispettata. Quando ci si accorge che erano solo promesse il tempo è scaduto, game over. Continua a leggere

Il Rendimento Storico delle Azioni, un Mito da Sfatare

Ho trovato molto interessante l’articolo di Lance Roberts pubblicato su AdvisorPerspective circa alcuni miti finanziari da sfatare.
Uno di questi è quello relativo al ritorno annuo medio dei mercati azionari. Anche su questo blog abbiamo spesso citato la percentuale annua composta di rendimento di un investimento azionario sulla borsa americana partendo dal 1871. In 144 anni di borsa una persona (che per ovvi motivi anagrafici non esiste) avrebbe portato a casa poco più del 10% annuo nominale. Ma è corretto citare questo numero come aspettativa di rendimento nel lungo periodo al di là delle considerazioni di timing?
Continua a leggere

Quando per il Mercato il Prezzo è Ok?

Da più parti si sentono pronunciare (o si leggono direttamente) frasi tipo che il mercato azionario è caro con valutazioni decisamente più alte della media storica oppure che l’obbligazionario è caro con rendimento troppo bassi rispetto alle medie storiche. Se stiamo vivendo momenti eccezionali lo capiremo nei prossimi anni, ma di una cosa siamo certi, i mercati a “fair value” o attorno alla media ci stanno veramente poco. Aspettare valore normali prima di acquistare rischia di farvi vivere lunghi periodi di attesa senza poi avere mai la certezza di qual è il valore giusto. Continua a leggere