La saggezza dei bond

Riprendendo l’argomento dell’importanza cruciale di un investimento obbligazionario anche oggi in cui i tassi sono così bassi (vedi L’investimento obbligazionario non va abbandonato, ma ripensato) di seguito voglio rimandarvi ad una tabella molto interessante apparsa qui;   la tabella mostra i 30 principali drawdowns dell’indice S&P500 in versione Total Return ovvero inclusivo dei dividendi reinvestiti. La colonna a fianco mostra nello stesso periodo l’andamento dell’indice Total Return (inclusivo delle cedole reinvestite) relativo al Treasury 10 anni americano.

drawdownAlcune considerazioni. In 11 dei 30 casi (36% di frequenza ) di massima perdita dell’azionario anche l’obbligazionario ha fatto registrare dei segni negativi. In soli 4 casi però (13% di frequenza) il calo è andato oltre il 3%, comunque meno della metà del 30 esimo  drawdown  sullo S&P500.

Non voglio certo negare che esiste la possibilità che i tassi si alzino nei prossimi mesi o anni (ma potrebbero rimanere  a questi livelli ancora per tanto tempo come è già successo); quello che però è il messaggio fondamentale per chi costruisce portafogli efficienti ed equilibrati destinati ad un orizzonte di lungo periodo, è che non si può prescindere dalla scelta di investire una parte del capitale in bond, anche se i tassi sono così modesti come oggi. La funzione protettiva dei bond nei momenti di tensione sull’azionario non è mai stata smentita dalla storia finanziaria fino ad oggi.

Fonti: Alpha Architect

Leggi anche: L’investimento obbligazionario non va abbandonato, ma ripensato

                        Perchè tenere bond in portafoglio

 

Annunci

3 thoughts on “La saggezza dei bond

  1. Carlo 15 gennaio 2015 / 10:21

    Bel blog l’ho appena scoperto.
    Io da risparmiatore credo che non mi convenga affatto investire prendendo l’1%. Preferisco in questo periodo tenermeli sul cc.

    Mi piace

    • archeowealth 15 gennaio 2015 / 22:52

      Ciao Carlo e benvenuto. Grazie dei complimenti, siamo partiti da appena un mese e stiamo cercando per ora di fornire articoli di qualità poi affineremo anche l’estetica del blog.
      Guarda il tuo pensiero credo che rappresenti quello della maggioranza delle persone e lo capisco. Tutti sono paralizzati da una parta dalla paura di investire in Btp o altro al 1% temendo un rialzo dei tassi che ci farebbe fare la figura dei cornuti e mazziati (tassi bassi e perdita di prezzo sull’obbligazione), dall’altra si preferisce non investire visto che tra tenerli sul conto o investire a questi tassi è la stessa cosa.
      Non ho la verità in tasca e sono per gli approcci graduali alle cose. Dubito che i tassi si alzeranno velocemente nei prossimi anni per fattori demografici, finanziari e politici, ma siccome non prevedo il futuro devo essere pragmatico e dire.
      1) se li lascio sul conto devo essere consapevole che fino a 100 mila euro in teoria sono tutelato, oltre se la banca fallisce (ed è già successo) il metodo Cipro sui depositi verà applicato anche in Italia
      2) a tasso zero non mi preoccupa tanto una patrimoniale alla Amato (peraltro già presente sui depositi titoli) quanto l’inflazione che seppur modesta o addirittura assente potrebbe sempre ripresentarsi ed erodere il mio capitale.
      3) se li investo al 1% e l’inflazione dei prossimi 10 anni mediamente sarà del 1% allora avrò mantenuto il potere d’acquisto dei miei risparmi; se li lasciavo sul conto 100 mila diventano dopo 10 anni al 1% di inflazione 90 mila.
      4) è vero i tassi sono bassi e per questo va creato un bel portafoglio diversificato con bond corporate emergenti, inflation linked, scadenze lunghe e corte e sono convinto che in un orizzonte di 7-10 anni un 2% mediamente si riuscirà a spuntare.

      Forse mi sono dilungato troppo, ma ti invito a leggere il mio post di domani su quello che è successo in Svizzera e forse la tua idea potrà cambiare un pochino. Ciao a presto

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...